E se dicessi che del giubileo della regina me ne frego?

Amiche e amici, guardando i telegiornali di questi giorni ho la strana sensazione di essere diventato un suddito di sua maestà. Per carità, meglio la sua faccia simpatica che quella del suo primo ministro, sono ammirato dalla sua vitalità e le auguro ancora lunga vita (non so se i suoi eredi saranno d’accordo), ma sinceramente la cronaca dei festeggiamenti, del concerto, del corteo reale, della corsa di cavalli, la rievocazione degli anni di regno (secondo me tra l’altro portano un po’ sfiga, sa tanto di coccodrillo anticipato)  mi interessano quanto la visione del processo a Johnny Depp (o alla moglie, non ho ben capito) che i nostri media ci hanno propinato quotidianamente. Se non ricordo male mi pare che siamo una repubblica e guidiamo a destra: perché questo interesse per la regina? Capisco che, dato il panorama dei governanti non proprio esaltante, uno sia portato a dire “dateci la regina pure a noi”, ma insomma di cosette in giro per il mondo più importanti mi pare ce ne siano parecchie.

Domenica prossima qua si voterà per rinnovare l’amministrazione comunale; per quanto mi riguarda si potrebbero prendere delle persone a caso e non farebbero certo peggio di quelle uscenti, invece ancora una volta si assisterà alla ricerca del meno peggio. Mi sto convincendo in realtà che di meno peggio non ce ne siano: il centrodestra in questi cinque anni ha solo litigato buttando tutta la colpa sul sindaco, che sicuramente di suo non ha brillato ma era di certo male accompagnato;  la candidata del centrosinistra, in teoria favorita dati i risultati (non) ottenuti dagli avversari, è appoggiata da cani e porci (tra cui Renzi , Calenda ed i radicali); per prendere le distanze una ex deputata si è presentata con una lista civica, sostenuta tra gli altri da Clemente Mastella (forse il più lucido di tutti, ma non pensavo che ci fossero ancora mastelliani in giro); poi c’è un Masaniello locale che staziona in consiglio comunale da una ventina d’anni ed ogni volta spera sia il suo turno; una lista M5S che si intitola No-Inceneritore, peccato che ce l’abbiamo già e mi porta il riscaldamento: vorranno toglierlo? Ed infine una lista di sinistra dove metà dei candidati appartengono alla stessa famiglia. Ieri ho incontrato un anziano vicino, che non vedevo da un po’, mi ha raccontato che la moglie è caduta dal letto e lui, tentando di rialzarla, si è incrinato tre vertebre e due costole: ma a parte questo è rimasto combattivo, ed abbiamo finito per parlare di politica, dove mi ha detto che non vota più da 30 anni, non ritrovandosi in nessuno dei partiti della cosiddetta seconda repubblica, ed ho ripensato alla canzone di Venditti, Prendilo tu questo frutto amaro:

È una questione politica,
‘na grande presa per culo,
in questa nuova Repubblica
non mi somiglia nessuno.  

Poi ci sarebbero anche i referendum sulla Giustizia. Se chiedessero a qualsiasi italiano: “secondo lei, la Giustizia in Italia funziona”? Risponderebbe senza dubbio di no. Che possa migliorare facendo decidere ai cittadini se è meglio che un pubblico ministero non possa poi passare alla carriera giudicante (ammesso che uno abbia idea della differenza) ne dubito fortemente. Secondo me migliora semplificando le leggi, aumentando il personale, spingendo sull’informatizzazione,  stanziando risorse e soldi, specialmente alla giustizia civile: del resto i Migliori non hanno mica presentato in Parlamento una nuova, ennesima, riforma? E allora perché devono rompere le scatole a noi, insomma, siamo già virologi, sismologi, geostrateghi, possibile che dobbiamo pensare a tutto noi?

L’Ucraina ha perso le qualificazioni ai mondiali di calcio come un’Italietta qualsiasi: se ci fosse stata la giuria popolare sarebbe probabilmente già in finale. Nel frattempo la guerra prosegue senza sosta, si continua ad inviare armi, di negoziazione non se ne parla più. Sul Baltico esercitazioni Nato congiunte con Svezia e Finlandia, speriamo che a nessuno scappi il dito sul pulsante rosso.

E’ finita l’Eredità, e adesso cosa faccio prima di cena? A presto amiche e amici!

Chiedo un consiglio a lei, magari mi illumina

40 pensieri su “E se dicessi che del giubileo della regina me ne frego?

  1. noi “guidiamo a destra”? politicamente intendi, e allora sono d’accordo con te.
    il bello della terza repubblica è che tutti i partiti sono di destra, senza distinzione alcuna, però litigano tutti furiosamente, pur volendo fare le stesse cose nelle scelte che contano e si differenziano, molto poco, in quelle che non contano, perché tanto non verranno realizzate mai e servono soltanto a intortare gli elettori che ci credono ancora.
    non sapevo di Venditti, mi ha preceduto; io annullo la scheda alle politiche soltanto dal 2008, scrivendoci: NON VOTO IN ELEZIONI INCOSTITUZIONALI.

    Piace a 1 persona

    • Perché, non guidiamo a destra? Non dirmi che sono sempre andato contromano! 😁 D’accordo che più o meno sono tutti di destra, comunque le politiche economiche non differiscono. Fanno finta di distinguersi sui “diritti sociali”… alle amministrative si dovrebbe puntare forse più sulle persone, io ne conosco diversi e in partiti diversi, qualche brava persona ma sinceramente sono disamorato, anche perché quando ne ha avuto l’opportunità il centrosinistra non è che abbia fatto sfracelli, anzi, è imploso spianando la strada agli avversari alle elezioni successive. Vedrò all’ultimo momento; comunque al ballottaggio sarò al mare, mi divertirò di più.

      "Mi piace"

  2. Cronache dal dopobomba, oppure dal prebomba? Credo che ti sia sfuggito il referendum più gustoso:abolizione della legge Severino. L’unico deterrente contro i ladri e intrallazzoni in parlamento. Altra mistificazione:i referendum sono stati richiesti dai consigli regionali a guida destra destra. Non sono state raccolte firme. Dunque che ci chiamano a fare? Se ai politici non piace la giustizia come l’hanno scarabocchiata fino ad ora, che se la cambino ancora. Ma senza disturbare!

    Piace a 1 persona

    • È ovvio che tutto ruoti attorno alla legge Severino. È quello l’obiettivo, abrogarla e ritornare all’impunità… se la cantano e se la suonano: quando gli fa comodo l’election day non si può fare, stavolta invece sì. Intanto il governo stava preparando la riforma: che senso ha? Se volete ricandidare i delinquenti ditelo, del resto non cambierà molto.

      "Mi piace"

    • Hai ragione Tony, si sceglie solo per tifoseria , nel merito chi capisce cosa è meglio? Alla fine poi quello che interessa ai promotori è abolire la Severino: lo facciano in Parlamento e ci mettano la faccia, non si nascondano dietro il “popolo”. Popolo che tra l’altro come viene informato? I tg parlano 20 minuti di Ucraina (tele-Kiev) e 10 di minchiate, rimane un po’ poco spazio per informare…

      Piace a 1 persona

  3. Those festivities are an excess of spending. The money could be used for better things. The old Queen and her degenerate descendents are sitting on the British tax payers’ pockets like vultures. They have amassed huge sums of money in their coffers, while the poor classes are getting poorer.

    And what about Assange sitting in prison? What have these royal crocodiles got to say about him? Not one word.

    I think Great Britain is a very degenerated country. Nothing good will come from there, nothing at all.

    Piace a 2 people

    • I agree with you, Olivia. Specially for Assange, a real crime. But our defender of “human rights” have nothing to say. He revealed real war crimes in Iraq, we should be grateful to him. And we (occidentals) want rule the world! Britain is full of hipocrity; its colonial past is again present; Britain acts for divide Europe, and Europe follow them stupidly.

      Piace a 1 persona

  4. How true, Giorgio. The British people are celebrating 70 years of hypocrisy (and more). They were so proud of their colonies: “The sun never sets over the British Empire”, was their motto. But I say, “The sun never sets over British hypocrisy.” And the French say, “Albion perfide!”

    Piace a 2 people

  5. volendo, meglio il giubileo del regno straniero al quale si può assistere come ad un colossal storico, coreografico e colorato, da semplici spettatori senza coinvolgimenti, piuttosto che subire gli inciuci di quel nostro Palazzo… o no? 😉

    Piace a 1 persona

  6. Grazie per essere passato a lasciarmi un tuo pensiero affettuoso.
    La regina Elisabetta sarà
    l ultima ‘vera’ monarca di un regno, ricco di Storia, che probabilmente è già anacronistico. Adoro i cavalli e Ascott è il max assai più dell’Arco di Trionfo a Parigi. Solo ilnostro Ribot vinse e fu elogiaro dalla stessa Regina!
    La musica era buona . Dai ci propinano di peggio.
    Buona estate!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...