Cambia il vento?

Amiche e amici, innanzitutto permettetemi di complimentarmi con gli odia i cugini milanisti ai quali graziosamente abbiamo concesso questo scudetto, dopo anni di vacche magre. Sono contento per l’allenatore Pioli, un signore, che ha allenato anche l’Inter per qualche mese nel 2016-2017 ma con poca fortuna. Ieri sera ho sentito pochi stanchi strombazzamenti: quanto manca l’entusiasmo di Galliani e Berlusconi!

E invece quante amarezze per quest’ultimo! Non basta esser diventato presidente del Monza, ma ora persino amazzoni miracolate della prima ora come Mariastella Gelmini, la ministra del tunnel di neutrini dal Cern al Gran Sasso, si permettono di criticarlo peraltro per una delle poche cose giuste che gli è scappato di dire, ovvero che se uno vuole che Putin si sieda al tavolo della pace sarebbe meglio non continuare a dargli del pazzo, del criminale o del macellaio come fa il suo coetaneo ma molto meno lucido (ed è tutto dire) presidente degli Stati Uniti.  Quanta ingratitudine a questo mondo!   

Eppure, come avevo suggerito fin dall’inizio, l’unico uomo sulla terra che avrebbe potuto impedire la guerra era lui, se solo fosse stato interpellato. Invece si è lasciato fare alle varie oche giulive Border Linen, Borrell, Stoltenberg (nomen homen), Michel, Guterres, Gentiloni (con rispetto parlando), per non parlare dei nostri ministri per caso che non voglio nemmeno nominare. Lui avrebbe scritturato Zelensky per una qualche fiction su Canale 5 (magari incentrata su una vicenda autobiografica di un uomo che suonava la pianola con l’uccello e si è ritrovato a fare il presidente continuando a ragionare con la medesima appendice) e rievocato con Putin i bei tempi dei lettoni a forma di cuore: un accordo si sarebbe trovato, eccome se si sarebbe trovato.

Mi sembra tuttavia che stia cambiando l’aria: ieri quei pericolosi sovversivi del New York Times hanno posto a Biden una semplice domanda: ma hai idea di quello che stai facendo? Perché la guerra sta costando caruccio, mr. President, e se il tuo obiettivo era quello di rovesciare Putin pare proprio che non stia funzionando. E che gli aiuti al governo ucraino non possono essere illimitati, bisognerà dirglielo perché se no quelli magari si fanno strane idee. Manco a farlo apposta dalla Francia un ministro si è fatto scappare che per l’ingresso dell’Ucraina nella UE ci vorranno 15-20 anni (la Border Linen poverina era pronta a farli entrare in settimana, ed anche il Migliore dei Migliori ha assicurato che appoggerà la richiesta, tanto per far capire quanto ci sta capendo di tutta la faccenda).  E anche la Germania ha detto che per l’ingresso nella UE le condizioni vanno vagliate attentamente. A questo punto un governo ragionevole dovrebbe capire che lo stanno usando e pigliando per i fondelli, e che dietro le grandi pacche sulle spalle lo stanno per far fuori: continuano a dire che negozieranno solo quando i russi se ne andranno ma non credo che questi ne abbiano la minima intenzione, hanno appena messo in linea anche i carriarmati Terminator… sempre un governo ragionevole dovrebbe affrettarsi a negoziare prima che gli chiudano l’accesso al mar Nero, dopo aver perso quello al Mar d’Azov, ma evidentemente non ci tengono molto. Pensano ancora di vincere la guerra? Non è mica l’Eurofestival…

Nel contempo Finlandia e Svezia, partite in tromba per entrare nella Nato, si stanno ponendo il piccolo problema che, finita la neutralità, la Russia gli piazzerà (lo sta già facendo) delle basi atomiche vicino alla frontiera, e si stanno rendendo conto che le prime bombe che eventualmente partiranno saranno per loro. Ma come mai, si sono chiesti, noi non intendiamo mica far mettere basi alla Nato nel nostro territorio! Ah, no? E allora che volete entrare a fare nella Nato, per giocare a carte con Stoltenberg? E noi che ci lamentiamo di Di Maio… l’unica speranza è che Erdogan tenga duro e continui a porre il veto, ma temo invece che in cambio dei curdi, di armi e di soldi alla fine acconsenta. Teniamo d’occhio la faccenda, perché se davvero dovessero barattare i rifugiati curdi in cambio dell’ingresso nella Nato sarebbe una delle più grandi porcate della storia: all’Irak, lo ricordo per chi ha poca memoria, è stata fatta una guerra devastante con false accuse di armi di distruzione di massa e per difendere i poveri curdi gassati da Saddam. Se li bombarda Erdogan invece va bene, o se li tiene in carcere decenni, come Ocalan (tradito da noi, ricordiamo anche questo, e dal governo “amico” di Massimo D’Alema).

Comunque il cielo è blu, il sole è sempre più caldo, non ho il condizionatore quindi non ho nemmeno scrupoli ad accenderlo; per risparmiare acqua mi lavo meno, tanto non devo andare in ufficio; la prossima volta sarò più leggero e vi racconterò dei progressi nei balli popolari, dei quali sono sicuro siete in ansia di conoscere gli sviluppi. A presto!

Onore al merito!

29 pensieri su “Cambia il vento?

  1. Ullallero, per prima cosa noto che abbiamo estimatrici straniere… Bene bene. Inoltre ho visto Berlusca nel suo intervento. A parte la parlata strascicata tipica della vetusta età e forse di qualcos’altro di cui non voglio sapere, mi è parso molto più simile nell’aspetto a un dirigente del Partito Popolare Cinese (esiste o mi confondo?) con il suo colorito giallognolo e i lineamenti tirati dalle mollette nascoste sotto la “folta” chioma. E poi, si sbracciava dicendo che il suo partito sta con gli USA. Non penso il suo vecchio amico la prenda molto bene.
    Per finire sono anche disposto a fare gli auguri al Milan, se la signorina tifosa “me lo consente”…

    Piace a 2 people

    • Da tempo ormai il Berlusca assomiglia a Mao Tse Tung… è buffo che ogni tanto qualcuno dei suoi gli vuol fare le scarpe, e lui li seppellisce tutti. Non la vedo bene per la Gelmini… non che mi dispiaccia, anzi. La signorina è evidentemente competente, l’ho messa per quello! 😂

      Piace a 2 people

  2. Giò cambia il vento ? ! Qui non si muove foglia .
    Ti hanno già scritto che potrebbe cambiare in peggio .
    In effetti per il peggio non c’è mai il fondo .
    Ne hai scritte tante , purtroppo tutte vere .
    Come se fosse un gioco ! Mah…
    Ma in fondo ,siamo in troppi credo che presto in certi Stati moriranno anche di fame.
    Il Milan ha vinto ! Buon per il Milan e per tutti i milanisti . 😉

    Piace a 1 persona

    • Se almeno tutte le battaglie fossero su un campo di calcio… alla fine ci si la doccia, e via. Sono sempre i poveracci che ci rimettono… se tutti i soldi delle armi si usassero per fare star bene la gente, ma la chiamano utopia. Invece le bombe sono realismo. Che mondo di m…

      Piace a 2 people

  3. Il pescatore Biden sa che, se vuole pescare il pesce grosso Putin, deve sacrificare i pesciolini piccoli curdi: lo fanno tutti! Dunque farà pressioni su finlandesi e svedesi affinché perdano la faccia, ma non il sedere. Tra parentesi: il sedere glielo farebbe lui, se non si accodassero nella partita di pesca al pesce Putin.

    Piace a 1 persona

    • Faranno come abbiamo fatto noi: li manderanno al sicuro in un posto dove per combinazione ci saranno i turchi ad aspettarlo. Da eroi del Rojava a terroristi, a seconda di come gira il vento. Sarebbe un bello schifo, però. E tutto perché in Finlandia e Svezia sono andati a governare dei socialdemocratici assurdi disposti a buttare nel cesso in un mese ottant’anni di neutralità.

      "Mi piace"

  4. Si stavamo aspettando al banco la pizza da asporto quando un’auto passa strombazzando in strada. Che succede ci chiediamo noi che aspettavamo le pizza e che non ci conosciamo. Il calcio, si, deve essere il calcio dice uno. Ma che, ci sono i mondiali? penso io, non mi sembra periodo. Si, deve essere il calcio fa un’altro, il campionato di solito finisce in questo periodo aggiunge. Poi passa un’altra auto e sosta davanti e strombazza all’indirizzo del pizzaiolo. Vola qualche urlo e percepisco la parola “juve”. Ma che, ha vinto la Juve? chiedo io. Un po di incertezza nell’aria e quindi, no, mi dice una ragazza, credo che abbia vinto il milan. Si, si, ha vinto il milan aggiunge un altro ridendo.

    Piace a 1 persona

  5. Come faremo senza i tuoi editoriali di analisi politica?
    Ieri ho avuto la cattiva idea di ascoltare il tg2 mentre facevo un lavoretto in casa e ho sentito dichiarazioni assurrde della Ursula secondo cui bisognerebbe vincere la guerra sul campo e altre dichiarazioni simili di rinforzo da altri. Sono convinto che siamo in mano a dei pazzi.

    Piace a 1 persona

    • A me sembrano fuori di testa, invece di cercare di operare per la pace continuano a buttare benzina sul fuoco. Vincere la guerra sul campo… cosa intendono per vincere la guerra, che la Russia si arrenda, si ritiri? Ma cara grazia se preso il Donbass non si girano e ripuntano su Kiev! Ci sono reparti ucraini che ormai si rifiutano di andare in linea, senza rifornimenti e rinforzi, sono sicuri che non saranno gli ucraini a collassare? E a quel punto che si fa, ci vanno la Border Linen e Gentiloni a combattere? Questi se non ce ne liberiamo al più presto ci porteranno alla guerra mondiale, spero che almeno questa, di profezia, fallisca…

      "Mi piace"

    • Mi sembra tutto così incredibile che non ci capisco più niente… come si può dire di volere la pace e intanto continuare a rinfocolare la guerra? Mi pare proprio che non si stia ragionando. E poi, di tutto questo, a noi che ce ne viene? Gli americano e gli inglesi saranno contenti, per loro siamo concorrenti più che alleati, ma noi ai nostri interessi non ci pensiamo mai? Persino Kissinger mi sembra diventato “normale”, al confronto di questi!

      Piace a 1 persona

    • Often I ask to myself how was possible that Berlusconi ruled this country. And again his party detains large power, and ministers… he showed the way to Trump. The fall of the Wall was the begin of his political adventure, he founded a personal party (Forza Italia) like a caudillo, using his televisions for propaganda; joined his party with ex-fascists (ex?) and separatists… He was a real disgrace for this country. Yes a joker, but an evil joker…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...