Cattivi auspici (Cronachette della quarta ondata)

Amiche e amici, non vorrei sembrare menagramo ma l’anno è iniziato sotto un presagio funesto: allo scoccare della mezzanotte, attesa con una piccolissima brigata a casa mia (dovevamo essere una dozzina ma alla fine eravamo solo in sette, e nemmeno magnifici ), attesa allietata dall’ascolto di stagionati protagonisti della musica leggera presentati dall’onnipresente Amadeus come Orietta Berti, Raf, Massimo Ranieri, Donatella Rettore, Nek, Cristiano Malgioglio, Alba Parietti, Loredana Berté, con un giovane Achille Lauro che sembrava chiedersi che accidenti stava facendo su quel palco, al dieci nove otto sette sei cinque quattro tre due uno la bottiglia non si è aperta. Eppure mi ero anche munito di tovagliolo, nel caso che le dita fossero sudate ma niente, il tappo si è incastrato e non andava né su né giù. Un irrefrenabile accesso di riso nervoso mi ha colpito e solo l’intervento di mio cognato quando ormai eravamo abbondantemente entrati nel nuovo anno ci ha permesso di brindare con il Prosecco Rosé che avevo preparato per l’evento, mentre mia moglie scuoteva la testa e mio figlio e gli amici e parenti si scompisciavano di risate.

Gli antichi àuguri, avvezzi a vaticinare scrutando il volo degli uccelli, quale auspicio avrebbero tratto da questo segno? Per non parlare degli aruspici alle prese non le interiora delle bestie sacrificate. A proposito di bestie sacrificate, in casa mia l’unica bestia sacrificata è stato il maiale: salumi e affettati per antipasto (tra cui ha svettato per bontà il ciauscolo che mi sono fatto mandare dall’amico macellaio-sassofonista Walter e dalla sua gentile consorte Carla) e cotechino, come tradizione, alla fine. Veramente la tradizione vorrebbe che cotechino e lenticchie vengano mangiate a mezzanotte ma noi ci siamo portati avanti ed accompagnato il brindisi con un classico panettone.  La mia cerchia di parenti, amici e conoscenti preferisce il panettone al pandoro, a meno che quest’ultimo sia accompagnato da una crema al cioccolato o al mascarpone: lo dico solo a beneficio dell’industria dolciaria, amici pasticcieri, meno pandori e più panettoni. Il costo di un panettone artigianale è esorbitante anche se giusto, a meno di 26-28 euro al chilo non si trova: io a dire la verità mi accontento anche di molto meno, un Motta o un Balocco vanno più che bene; registro che quest’anno le offerte nei supermercati sono state molto minori di quelle degli anni scorsi. E’ un preludio dell’aumento dei prezzi che ci aspetta e che è stato ampiamente ventilato, giusto per abituarci all’idea?

Dopo mezzanotte è comparso Edoardo Vianello con i Watussi. O è stata una mia allucinazione?

Alla fine della Messa di Capodanno, una signora anziana mi si è avvicinata  e con fare vagamente cospirativo mi ha detto: “Signor Gio’ devo farle proprio i complimenti”. Lì per lì pensavo si riferisse alla performance canora, non si sa mai con questi anziani, magari aveva regolato male l’apparecchio dell’Amplifon, invece continua e mi dice: “Quel salame era buonissimo, a me di solito il salame fa bruciore però me ne mangio lo stesso tre o quattro fette, sa com’è sono golosa, invece quello è andato giù come l’olio, grazie!”. Solo quando uno dei nuovi coristi le si è avvicinato e l’ha chiamata mamma ho capito che stava parlando del ciauscolo che avevo dato al figlio: l’anno prossimo mi sa che dovrò fare un’ordinazione più consistente! Tra l’altro, dato che il ragazzo lavora a Villa d’Este, potrei tentare di farne arrivare lì una fornitura, con un piccolo ricarico del 1.000%; però ho paura che se poi lo scoprono i danarosi ospiti russi ne facciano incetta e non ne rimanga più per noi, un po’ come il tonno con i giapponesi, che a noi hanno lasciato solo il pinna gialla e il pinna rossa se lo tengono per il loro sushi.

Questa settimana avremmo dovuto ricominciare con i balli tradizionali, stavolta toccava ai balli baltici, un nome un programma; il Comune però ha deciso di chiudere i Centri Civici per evitare i contagi, e quindi dovremo aspettare la fine dell’emergenza. Mi chiedo sempre di più a che serva plurivaccinarsi, a che serva tamponarsi se oltre che lavorare non si può fare, e perché tutto questo allarme per una variante che è un raffreddore o poco più:  a proposito, quante sono le lettere greche, siamo a buon punto? Riescono a finire le scorte di vaccini prima di arrivare all’Omega? Intanto siamo in zona gialla; non cambia assolutamente niente rispetto a prima, in più c’è solo l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto tranne se si fa attività sportiva. Ieri ho fatto attività sportiva camminando fino a Cernobbio, dove ho incontrato due degli invitati al Cenone che mi hanno chiesto se ero finalmente riuscito ad aprire la bottiglia.

Amiche e amici, visto che impazza il toto Presidente della Repubblica ho una candidatura da proporre anch’io, no, non Nonna Pina ne Olena, questa se non altro per questioni di passaporto. Rosy Bindi sarebbe un’ottima presidentessa, forse la migliore di sempre, altro che Draghi o Gentiloni o l’altro, quello che comincia con B…   

Sostenitrici di Rosy Bindi for President

19 pensieri su “Cattivi auspici (Cronachette della quarta ondata)

  1. Joe, proprio stamattina se ne parlava a colazione.
    Se proprio volessero “togliersi gli schiaffi dalla faccia”, come si dice a Vilnius, potrebbero buttarla in caciara eleggendo una donna al Colle, purché sia di area centrodestrorsa e/o bigotta in modo imbarazzante, oltre ad essere presa pari pari dal congelatore politico.
    I miei nomi papabili sono stati, oltre alla “presidentessa delle casalinghe di Voghera” Bindi, anche la Jervolino: essere vagamente di sinistra e fare una legge che equipara marijuana ed eroina, cioè, é da finalissima!

    "Mi piace"

    • Ma la Jervolino è ancora viva? Della Bindi sono sicuro, o almeno fino a poco fa lo era. L’ho sentita una volta dal vivo, mi pare fosse la presidente della commissione antimafia e parlava delle mafie in Lombardia (nel periodo in cui Maroni era presidente della Regione, lo stesso che da ministro dell’Interno aveva detto che la mafia al Nord non esisteva). Rispetto ai politici che impazzano (nel vero senso della parola) adesso, è su un altro livello. Io la vedrei bene, sarebbe una presidentessa più che degna, ma non lo sarà e chissà chi ci metteranno. Spero non la Moratti…

      "Mi piace"

    • Perbacco, come mai in quarantena, c’era qualche positivo? Sono contento però che queste storielle possano contribuire ad alleggerire la tensione del momento. Oddio, un momento che sta durando un po’ troppo, speriamo sia l’ultimo Capodanno in queste condizioni, se no finisce che scleriamo tutti… Ma almeno avete fatto un bel cenone? La bottiglia si è aperta? 😁 Ciao!!

      "Mi piace"

  2. Io, fossi in te, mi preoccuperei piuttosto per il fatto che ti sia ridotto ad aspettare la mezza in compagnia di tanto vecchiume: Orietta Berti, Raf, Massimo Ranieri, Donatella Rettore, Nek, Cristiano Malgioglio, Alba Parietti, Loredana Berté… e che era, la gerontocrazia al potere? Un sequel di Jurassic park? Ci mancavano i Jalisse e i Cugini di campagna con i 4+4 di Nora Orlandi!🤣🤣🤣

    Piace a 1 persona

    • I Cugini di Campagna c’erano! Ed hanno imitato i Maleskin che sono stati accusati di copiare loro (nell’abbigliamento, in una occasione pare). Non mi toccare i Jalisse, eh? La cantante è fantastica. Il marito non si è mai capito che facesse, ma fa niente. Ah, ah, hai ragione! L’anno prima almeno avevamo giocato a Scarabeo guardando il circo (ma c’era il coprifuoco, eravamo solo noi tre)… La tele accesa a Capodanno serve solo per il conto alla rovescia, ogni tanto si buttava un occhio, compariva qualcuno degli evergreen e partiva qualche commento (tutti d’accordo su Alba Parietti imbarazzante). Di peggio c’è solo la tombola, ma per fortuna siamo stati impegnati a mangiare fino allo scoccare… 😁

      "Mi piace"

  3. Le quattro finali fanno parte del tuo coro? Concerto di bicchieri? Magari dici tu, he, he!
    È un post che è un menu, sia di cibi intorno alla mezzanotte che di PdR, dalla A alla B.!!!! e qui mi fermo per non vomitare visto che ci scommetto, ci sarebbe anche chi lo apprezza.
    A proposito, almeno nel mio schermo, appare un tassello bene in evidenza : Earn money from your WordPress site – freccia e links con dida: Wordads.
    Non sono gli unici a preoccuparsi di farci fare dei quattrini, viviamo in un mondo generoso.
    Alla prossima.

    Piace a 1 persona

    • Sono tutti ansiosi di farci fare soldi, sono quasi commoventi. Non si danno pace che qualcuno possa rifiutare, come quelli che ti chiamano per farti cambiare gestore: ma come, non vuole risparmiare? In effetti verrebbe voglia di non scrivere più niente se non altro per non far guadagnare più niente a loro, in fondo sono sempre “prodotti dell’ingegno” (poi sull’ingegno si può discutere) dovrebbero darci le royalties… Sul PdR ne vedremo delle belle, e spero ci sia un bello scontro, altro che mettere tutti d’accordo…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...