Cronachette dallo zoccolo duro (6)

Amiche e amici, il lavoro è ripreso, in pratica mi sono spostato dal divano della sala alla poltrona dello studio: in sottofondo la radio accesa, Radio Italia anni 60, che manda a rotazione sempre le stesse canzoni (adesso Pazza Idea di Patty Pravo) di cui almeno tre volte al giorno quella orrenda che Orietta Berti è stata costretta a cantare a Sanremo (molto più bella e spiritosa il tormentone estivo “Mille”, che ha cantato con Fedez e Achille Lauro, trash puro, ma lei giganteggia). Dalla finestra aperta i latrati dei soliti cani, siano stramaledetti i loro padroni. Insomma, un alienato: e per fortuna riesco a fare la passeggiata mattutina e quella serale, disintossicanti, altrimenti non so come andrebbe a finire. Ha rinfrescato: lunedì sera ha fatto un bel temporale, ed il caldo è più accettabile. Domenica, ferragosto, eravamo stati a mangiare in un ristorante a Como (ovviamente all’esterno), veramente volevamo andare in un’altro posto in riva ad un laghetto ma ci hanno chiesto 55€ a testa escluse le bevande, menu fisso, quasi un pranzo di matrimonio, un locale che si è montato la testa ed è passato in poco tempo da ristorante-pizzeria popolare a manie da chef; per me amici cari potete morire di fame, ma se c’è gente che viene buon per loro. Tra l’altro un mio conoscente che lavora a Villa d’Este, quella dove ogni tanto i potenti del mondo si riuniscono per mangiare a sbafo alle nostre spalle, dice che è tutto pieno nonostante la mancanza di molti turisti stranieri: ma quanta gente c’è con i soldi veri? La sensazione comunque è che ci fosse in giro meno gente del solito, ma poi il giornale locale dice che tutti gli alloggi sono pieni anche se gli addetti continuano a lamentarsi della mancanza di russi e americani: ma dove volevate metterli? Una o due russe potrei ospitarle io, potrebbero anche dare una mano in casa, mia moglie però incomprensibilmente non è favorevole.

Verso la fine del pranzo un cameriere mi ha fatto un pippone sugli irresponsabili che non vogliono vaccinarsi e mettono a repentaglio la loro vita e quella degli altri: d’accordissimo amico, mai contrariare qualcuno che ti porta i piatti da mangiare. Uno di quegli irresponsabili sono io, il laccio però si sta stringendo sempre più, la sensazione è ormai quella di essere braccati. Tra l’altro a fine settimana l’hub vaccinale attuale verrà chiuso e si sposterà nel vecchio ospedale, a due passi da casa mia: in pratica tra poco verranno con la siringa direttamente a casa. Potrò anche andar là senza appuntamento, tutte le comodità! Ma se mi viene un trombo diranno che avevo qualche malattia pregressa? O che il beneficio ha superato il rischio? Dichiaro qua, a futura memoria, di godere di buona salute tranne un po’ di colesterolo alto e saltuariamente degli attacchi di mal di stomaco, specialmente quando mi fanno arrabbiare. Anche mia suocera mi ha messo in guardia: “guarda che se poi ti ammali e vai in ospedale non ti tratteranno tanto bene…” . Perché, siamo già arrivati ai medici che curano solo chi sta bene? Già gli ospedali che sono stati costruiti in questi ultimi venticinque anni sono stati fatti più per la comodità dei medici che dei pazienti (chi si è inventato di mischiare nelle stesse camere uomini e donne, anche con patologie diverse? Chi ha progettato quegli spaventosi monoblocchi, mentre prima c’erano i padiglioni separati che permettevano se non altro di tenere veramente isolati gli infettivi? Chi ha sempre difeso per ragioni di carriera e di apparteneza politica queste scelte scellerate? Chi ha difeso tutte le privatizzazioni ed i tagli possibili?), adesso dovrei sentire anche le rampogne di questa gente?

L’Afghanistan ha soppiantato il Covid nei telegiornali: grandi chiacchiere, retorica alle stelle. Non si sarebbe dovuti andar là (ma allora chi lo diceva era naturalmente trattato da traditore della patria) e se ne è venuti via male, il succo è questo. Quando ce la finiremo di andar dietro agli americani acriticamente sarà sempre troppo tardi. Ricordo diverse interviste di anni fa di Pino Arlacchi (già dal 2006 si parla di sganciamento…) che diceva che, con l’intervento americano del 2001, l’Afghanistan era ridiventato uno dei maggiori di oppio, mentre con i talebani le coltivazioni erano quasi sparite: questonon per difendere i talebani ma per dire che quando si interviene in un paese e non si sa cosa si va a fare si fanno solo disastri.

Comunque queste sono questioni troppo grandi, e finirà come al solito: gli afghani e soprattutto le afghane continueranno a prendersela in quel posto, e a quegli stessi con i quali oggi facciamo finta di solidalizzare che magari a prezzo di sacrifici inenarrabili riusciranno a scappare da quella prigione coranica, domani diremo che non li vogliamo, sono troppi, vengono a rubare il lavoro e le donne e magari sono pure terroristi. Per fortuna Gino Strada è morto un attimo prima, chissà che sangue amaro gli avrebbero fatto venire.

In questo periodo parecchi blog sono chiusi per ferie; la sensazione è che il circoletto sia sempre più ristretto, forse la forma blog sta giungendo al capolinea: pazienza, io finché avrò voglia di scrivere qualche stupidata lo farò, almeno finché non mi chiederanno il green pass. A presto, amiche e amici!

La maglietta traforata è molto carina
@Poetella: l’unico arrotino disponibile è questo, può andar bene?

21 pensieri su “Cronachette dallo zoccolo duro (6)

    • Ma come, è il bomber! Magari ora è un po’ appesantito, ma è sempre valido… Non vado perché ho paura che a questo punto mi facciano tre dosi insieme, e la siringa è troppo grossa. Ringrazio comunque tutti quelli che si preoccupano per me e vogliono proteggermi da me stesso. Ti ho fatto male ma per il tuo bene, canta Loredana Bertè. Il prossimo passo sarà la camicia di forza? Certo che rinunciare alla mensa sarà dura…

      "Mi piace"

  1. Sì, sì, vero la maglietta traforata è molto carina, fingiamo ipocritamente di interessarci di magliette ignorando il sottostante.
    Altresì vero che il bloggare ha sempre meno cultori, aumenta la schiera dei disertori, sarà che bene o male, un blog richiede un minimo di sintassi mentre per altri social è sufficiente il rutto.
    Parlare di talebani è sollevare il coperchio di una fogna, dove nessuno è innocente: Grandi Potenze, nessuna esclusa, e Paesi adiacenti, nessuno escluso. È un campionario di follia e dell’indecenza di cui l’essere umano può essere capace. Altro che Covid. Non c’è vaccino che salvi l’uomo dall’uomo.
    Alla prossima.

    Piace a 1 persona

  2. Questa storia degli italiani tutti ricchi mi stranisce un po’. Come te per Ferragosto molti hanno optato per il tradizionale ristorante e come te molti si sono concessi qualche giorno di vacanza. Se ci metti che il covid ha indotto molti italiani a non andare all’estero il gioco è fatto.
    Buona cena !!!

    Piace a 1 persona

    • Perché ti stranisce? È un dato di fatto, gli alberghi e gli affittacamere di ogni genere sono pieni, i ristoranti sono pieni, gli ombrelloni sono pieni e costano un occhio della testa. Non sono tutti ricchi, ma una buona parte sì. Borghesi, piccolo borghesi. Poi c’è chi sta male. Due mondi diversi e separati, una distanza che cresce invece di diminuire. I ricchissimi di Villa d’Este sono fuori concorso. Dopo anni in cui ci hanno raccontato che le classi non esistevano più, invece si scopre che la storia è sempre la stessa, pensa te.

      "Mi piace"

      • Mah! Classi o ceti sociali esistono eccome! Operai impiegati professionisti a vario titolo imprenditori insomma sono abbastanza da fare il pienone a Ferragosto e Natale e Pasqua…
        Il discorso sulla povertà è troppo serio.
        Grazie dell’attenzione.

        Piace a 1 persona

          • Chiarisco meglio: ritengo che parlare di povertà in termini superficiali all’interno di altre piacevoli facezie sia inappropriato per la serietà del problema. Quanto a Gaeta ricordo ci fossi anche tu a ingrossare le file dei vacanzieri… prima del pranzo di ferragosto!
            Buona notte.

            Piace a 1 persona

    • Stasera ho sentito che per visitare i parenti all’ospedale ci vuole il green pass. Il prossimo passo sarà che per essere ricoverato ci vorrà il green pass. Anche il Papa dice che mi devo vaccinare. Adesso gli americani partono con la terza dose: ma a quelli che non hanno i soldi quand’è che gli diamo i vaccini? Perché se continuiamo a vaccinarsi tra di noi non è che il virus sparisce, a meno che non ci barrichiamo, ma non mi pare che sia quella l’idea. Per scrivere spero di resistere davvero… rileggendo delle cose che ho scritto tempo fa mi pare di essermi un po’ involuto. Sarà ‘sto cacchio di virus…

      "Mi piace"

      • Ormai è una spirale che difficilmente riuscirà a fermarsi. Escono sempre più studi e articoli che confermano il fatto che il “vaccino” non impedisce l’infezione, il contagio e la malattia. Al limite, nel caso più ottimista li riduce, ma la carica virale sembra uguale. Notizia che ovviamente non viene divulgata come dovrebbe, anzi che non viene divulgata affatto dai media principali, perchè porterebbe a far decadere per lo meno il green pass, che invece credo sarà il cardine delle future argomentazioni del governo.
        Per quanto riguarda blog e contenuti, mi sa che risentiamo tutti di questa situazione…

        Piace a 1 persona

  3. E fattelo questo vaccino!!!!! Io mi son tirato ben due dosi di pfizer ed ho avuto flash infinito con allucinazioni straordinarie. Ho visto persino i talebani che entravano alla casa bianca in cerca di Trump. Quando gli hanno risposto che c’era Biden hanno abbozzato e sono andati a pranzo da Bush lo scemo sanguinario.
    A parte gli scherzi, non fosse per la tragedia di centinaia di migliaia di morti, sofferenze, dolore, distruzioni… ci sarebbe da ridere a crepapelle! Gli americani avevano individuato nell’Afghanistan la trappola perfetta per l’Armata Rossa. Infatti i russi ci hanno lasciato le penne vittime degli stingers americani. Poi si sono dimenticati che l’Afghanistan era una trappola da loro stessi ordita. E ci si sono andati a ficcare come perfetti deficienti, uscendone solo adesso in modo ignominioso e stupido. Manco Willy Coyote sarebbe riuscito così bene!

    Piace a 2 people

    • Il brutto è che gli siamo andati dietro anche noi, e ci abbiamo lasciato cinquanta morti. Non sono morti invano, dice Draghi… a me pare proprio di sì, invece. Sul vaccino l’ho già detto che ad mio amico il vaccino ha fatto l’effetto Viagra? Pazzesco… Non avranno mischiato qualche componente? Comunque da sabato l’hub vaccinale sarà qui a due passi, magari un salto ce lo faccio, giusto per chiedere come vogliono regolarsi. Non vorrei però che funzionasse come con le tasse, finché non paghi niente tutto bene, ma appena ti fai conoscere e paghi qualcosa ti stanno addosso… 💉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...