Cronachette dell’anno nuovo (9)

Amiche e amici, in attesa che si formi il governo dei meritevoli e capaci auspicato col consueto savoir faire dal guappetto toscano, che in pratica significa dare degli incapaci e raccomandati a chi c’era prima, siamo tornati in zona gialla; personalmente la differenza è poco apprezzabile se non per l’uscita da casa senza autocertificazione, per il resto l’unico sconfinamento territoriale ed alle regole consiste nel pranzo domenicale dalla suocera, tutta vita.

Sabato scorso sono andato finalmente a comprarmi una poltroncina da ufficio. Quella che ho adesso è stata purtroppo un incauto acquisto all’Ikea ma chi poteva pensare che avrei dovuto starci seduto sopra otto ore al giorno? Io ero dimensionato sul quarto d’ora-mezz’oretta di sera… l’intenzione veramente mia e di mia moglie non era quella, era solo quella di fare una passeggiata fino in città murata  ma visto che il negozio che è sulla strada era aperto siamo entrati. La commessa, una bionda segaligna più o meno della nostra età, era rabbuiata perché aveva appena sostenuto una discussione politica al telefono e quindi sulle prime non è stata cordialissima, ma poi si è sciolta. Da quanto ho capito è favorevole ad un governo purchessia basta che non rompano le scatole, posizione condivisibile anche se non ho capito chi è che non dovrebbe rompere le scatole. Viste le mie esigenze mi ha fatto provare un bel po’ di poltroncine; alla fine la più comodo era la prima che ho provato e non mi è sfuggita la sua occhiata del tipo “te l’avevo detto”. Al momento di pagare si è sfiorato l’incidente diplomatico, perché visto il mio indirizzo mail dove è presente l’anno di nascita (una stupidaggione che non bisognerebbe fare) la donna si è sbilanciata dicendo che mi mantengo bene, al ché mia moglie ha affermato che non è tutto oro quello che luccica e la commessa ha risposto che forse bisognerebbe lucidarmi un po’ di più, ho fatto finta di non capire quello che voleva dire e  visto che le mascelle della mia signora si stavano pericolosamente irrigidendo ho tagliato corto e pagato.  La poltrona non è ancora arrivata, speriamo bene…

Venerdì, il giorno prima, non era iniziato bene. Infatti dal lavoro avevano telefonato a mia moglie dicendo che, siccome un collega in malattia era risultato positivo, doveva farsi il tampone per controllare che non fosse stata contagiata. Ho tentato di contattare la nostra dottoressa ma vista l’impossibilità e anche considerando che seguendo le vie normali per ben che fosse andata il tampone l’avrebbe avuto il giorno dopo, ho prenotato in un laboratorio privato. 87 euro, il costo di una bella cenetta, ma molto efficienti, il giorno dopo al mattino c’era già l’esito, fortunatamente negativo. Al collega invece è andata peggio, venerdì era a casa e oltre alla febbre aveva delle fitte alla testa (questo virus è davvero stranissimo); sabato però è peggiorato ed è stato ricoverato e messo sotto ossigeno. Venerdì ci stavamo attrezzando per l’isolamento e io e mio figlio cercavamo di delimitare gli spazi e limitare i movimenti della possibile untrice, ma niente da fare: a differenza di me, rinchiuso nella stanzetta, il suo spazio vitale era l’intera casa ed alla fine ci siamo dovuti isolare noi. Tra l’altro ci eravamo anche proposti di cucinare, pur di non farle toccare pentole e fornelli, ma ha resistito solo per pranzo, la nostra performance non deve essere stata esaltante e la sera si è rimessa al posto di comando in cucina. L’episodio mi ha fatto riflettere che situazioni del genere col protrarsi della persistenza del virus potranno verificarsi ancora e qualsiasi famiglia dovrebbe prepararsi ad affrontarle. Preparate piatti e bicchieri di plastica e stoviglie monouso!

Riguardo i vaccini non si capisce più niente e non mi ci voglio addentrare; Astrazeneca pare che sia efficace al 60% (testa o croce, in pratica) e verrà inoculato agli under 55, quello Pfizer più efficace viene dato agli ottantenni (per ora comunque degli ottantenni che conosco io nessuno l’ha fatto), ma quelli della mia età sono spariti dal radar?  

Chiudo con un falso dubbio: in Russia hanno già avuto uno Eltsin, e si è visto come è andata a finire, pensate che la gente abbia voglia di trovarsi di nuovo con le pezze al sedere con Navalnji, al di là di quello che ci fanno credere i nostri media? Io non credo, e Olena neanche. Da Svidania!

23 pensieri su “Cronachette dell’anno nuovo (9)

    • Dei toscani una volta apprezzavo i sigari, adesso nemmeno quelli. Anche l’Eredita comincia a darmi fastidio quando ci sono le parole o i proverbi o i modi di dire di origine toscana… Renzi non sta facendo un buon servizio alla sua regione…

      Piace a 1 persona

    • Di cosiddetti tecnici ne ho avuto abbastanza con Monti, per non parlare di larghe intese o addirittura di salute pubblica come si dice adesso. Alla fine ci ritroveremo con un altro che avrà fatto tagli ai danni dei poveracci, regalato soldi agli industriali per grandi opere dannose e inutili, e magari finita l’esperienza si vorrà fare un partitino suo. Prima o poi si andrà a votare, aspetto quel momento che faccia finalmente sparire Renzi, il ladro di voti, perché non dimentichiamo che è stato eletto con quelli del PD, non dei suoi (che non ha). Intanto mi sto facendo un bell’elenco dei deputati e senatori Italia Viva (prima la ammazzano e poi la chiamano viva), non sia mai che a qualcuno venga in mente di ricandidarli sotto qualche altra bandiera… Particolarmente odioso è il solito ricatto-spauracchio dello spread agitato per giustificare la porcata. Abbiamo fatto miliardi di deficit in più in questi mesi di pandemia, e ci facciamo ancora i problemi dello spread… sai che ti dico Sal? Ma che vadano tutti a cag…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...