E’ morto Aldo Anghessa?

Stamattina sfogliando il giornale locale mi è caduto l’occhio su un articolo che mi ha rattristato: “Morto Aldo Anghessa, l’ex 007 protagonista dei veleni in procura”. Ne avevo sentito parlare negli anni ’90, personaggio decisamente controverso e affascinante; trovarlo qui, tra blogger, confesso che mi ha incuriosito molto; nelle sue vicende passate, 007 o no, non mi addentro perché ha vissuto sicuramente tempi turbolenti e del resto su Internet si potrà trovare di tutto (e il contrario di tutto), io ho sempre trovato i suoi post interessanti, spesso caustici, nella sua rubrica delle “Cattiverie” raccontava spesso vicende sconosciute al grande pubblico, e dovremmo chiederci come mai lo siano… profondo conoscitore dell’Africa, colto, esperto (credo anche per lavoro) di geopolitica e di armamenti; guardava al mondo con occhi disincantati e mi trovavo spesso a concordare su qualche sua riflessione con un pizzico di nostalgia, anche se quando succedeva era il primo a dire che bisognava reagire virilmente senza lasciarsi abbattere. Era un estimatore della mia Olena, forse perché di donne come Olena nella sua vita ne avrà conosciute parecchie; in questi anni di frequentazione virtuale ci siamo sempre dati del “lei”, come si fa tra persone che si stimano ma senza quella confidenza che può portare alla mancanza di rispetto o forse per rimarcare che eravamo stati entrambi ufficiali, e tra gradi diversi ci si da del lei… mi mancheranno anche i suoi commenti su vicende della Seconda Guerra Mondiale o anche della Prima, spesso sconosciute, dove non mancava di elogiare gli eroismi dei singoli a fronte troppo spesso di gravi incapacità quando non connivenze degli alti gradi. A suo modo è stato dentro un pezzo di storia italiana; mi mancherà come sono sicuro che mancherà a tanti che seguivano i suoi scritti. Ma magari il giornale si è sbagliato, e non è vero niente…

7 pensieri su “E’ morto Aldo Anghessa?

    • Spero che non sia vero, mi dispiace davvero. Anche se la frequentazione è solo virtuale, la mancanza è reale; mi è già capitato purtroppo di aver saputo di altri blogger che non hanno abbandonato per scelta ma perché deceduti, ed è comunque un lutto, non c’è altro modo per definirlo, ed anche per sentirlo. Quando toccherà a me spero che il necrologio me lo scrivano Olena & c…

      Piace a 1 persona

  1. Gli Amici di blog, sono a tutti gli effetti ‘reali’ quando con alcuni di loro si instaura un rapporto di empatia reciproca.
    Purtroppo è successo di perderli.
    La mia amica Gabriella che non scrive più da anni ma con la quale ormai ci si vede di persona alle mie coordinate così come mio figlio!
    Sheravantitutta

    Piace a 1 persona

    • E’ vero, si instaura una consuetudine, una dimestichezza, ci si conosce, si scambiano opinioni, a volte confidenze… ed a volte è amicizia davvero, nel senso di vicinanza d’intenti, di comprensione, di condivisione. Si, è amicizia…

      "Mi piace"

  2. ma dai, che notizia!

    ma se ci siamo commentati fino a pochi giorni, direi fino a poche ore fa!

    non ho niente da aggiungere al ritratto magistrale che ne hai fatto tu.

    certo, queste conoscenze sono state soltanto virtuali, ma non per questo meno reali; non posso parlare di amicizia, perché Aldo era un burbero e non la concedeva facilmente; inoltre era difficile con lui superare certe barriere, manteneva le distanze. non c’era neppure piena consonanza, anzi a volte chiaro dissenso. però Aldo è stata una persona inequivocabilmente di destra con cui avvertivo delle forme di pensiero comuni, anche se poi il sistema di valori di riferimento era indubbiamente diverso.

    mi dispiace davvero molto e mi colpisce anche la scomparsa improvvisa di un quasi coetaneo.

    rimane solo la speranza che si tratti di un altro dei suoi avventurosi depistaggi.

    Piace a 1 persona

    • Eh, così sembra, è stato un fulmine a ciel sereno anche per me, l’ultimo post l’ha pubblicato venerdì… leggevo con divertimento le vostre dispute, quasi coetanei con storie, provenienze e valori diversi dove però coglievo spesso (perdonami) al di la degli sfotto’ che qualche volta sfociavano in vaffa, molte più consonanze dei dissensi, specialmente nella valutazione della situazione attuale… speriamo davvero che se ne stia volando col suo bimotore, stringendo in bocca un bel sigaro, ridendosene della storia che lui stesso ha messo in giro…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...