Cronachette della fase tre (7-10 luglio)

A volte mi sembra di sognare. L’altro giorno sentivo un allarme del tipo “il trenta per cento degli italiani quest’anno dovrà rinunciare alle vacanze”. Con le percentuali si può dire tutto ed il contrario di tutto: innanzitutto il trenta per cento di chi? Di quelli che già ci andavano? Perché tanti italiani la vacanza se la sognavano già da prima del Covid perché non se le potevano permettere: ma a questi qualcuno ci pensa? Mi chiedo se le vacanze siano una attività indispensabile, a me pare di no, mio padre non ha fatto una giornata di ferie in vita sua ed è arrivato quasi fino a 92 anni; se non si può andare ci si organizza per fare qualcos’altro, questa smania di andare a bagnare le chiappe chiare non la capisco. Tra l’altro la mia testa si sta rifiutando di pensarci anche se ne viene continuamente sollecitata, ma tra distanziamenti, timori di contagi, disinfettanti, chi ha voglia? Il mio balcone è così bello…

L’altro allarme, come se fosse una grande scoperta, è: la produzione è calata e non si sa quanto ci metterà a riprendere, i consumi ristagnano, i prezzi però sono aumentati, chi ha più risentito della crisi sono gli autonomi e gli artigiani. E quindi? Bisogna essere scienziati per dire queste ovvietà, ci siamo già dimenticati che siamo stati chiusi per quasi tre mesi? Che dovremmo fare adesso, metterci tutti a spendere e spandere quando stiamo tutti aspettando l’autunno per vedere che succederà, e non solo con il virus ma anche con il lavoro? Da un lato ci si terrorizza, dall’altro si vuole che facciamo finta di niente: insomma, decidetevi!

Grandi piagnistei anche per le vendite di automobili. A parte che l’unico marchio italiano non è più italiano e paga le tasse altrove, ma davvero è così grave se si venderanno meno auto (il conto comunque andrà fatto a fine anno, io penso che chi deve cambiare l’auto la cambierà…)? E’ davvero primario finanziare con bonus e incentivi l’acquisto di automobili, quando sarebbe meglio spendere soldi per potenziare i trasporti pubblici o al massimo incentivare al passaggio ad auto elettriche (anche su questo avrei da ridire, ma un’altra volta)?

A proposito di trasporti pubblici alcuni presidi, specialmente di istituti superiori, si stanno ribellando all’idea di riaprire le lezioni in presenza senza l’assicurazione che verranno potenziati i bus che portano a scuola gli studenti. Nei periodi normali i bus sono sovraffollati indecentemente; con le norme Covid per trasportare lo stesso numero di ragazzi bisognerebbe moltiplicare le corse almeno per quattro: come sarà possibile? Dove sono i mezzi, dove sono gli autisti? Ai genitori toccherà fare i tassisti, con code e ingorghi in stile autostrada per la Liguria?

Magari potranno prendere l’aereo, dato che Alitalia verrà (ri)nazionalizzata. Siamo un bel paese, regaliamo soldi dell’Irap anche a chi non ne ha bisogno, diamo bonus anche a chi non ha avuto nessuna perdita, addirittura diamo bonus baby sitter alle nonne e bonus vacanze a chi già se le può permettere: poi ci meravigliamo se i paesi cosiddetti “frugali” (questa poi è un’invenzione letteraria bellissima: i più ottusi liberisti d’Europa chiamati frugali…) non ci vogliono prestare i loro soldi, considerando anche che deliriamo di riduzione dell’Iva e flat tax. Io ho simpatia per Alitalia, ma questi perdono un milione al giorno e li paghiamo noi, e con tre miliardi si possono fare tante belle cose piuttosto che alimentare buchi neri, perché di questo si tratta; potevamo liberarcene e Berlusconi mise in piedi la penosa scalata dei volenterosi che la presero pressapoco a gratis (dato che anche allora i debiti rimasero sul groppone a noi); e adesso come un boomerang o meglio come un cetriolone ce la ritroviamo nel didietro, e se non cambia qualcosa fra un anno o due saremo ancora qua a parlare di risanamenti. Chiediamocelo seriamente: è davvero risanabile o è meglio chiuderla e se proprio serve farne una nuova ripartendo da zero?

Bene, mi pare di aver affrontato parecchi punti scottanti della politica interna, brillantemente direi; per passare a cose più importanti segnalo che l’alcool alla Coop non l’ho trovato nemmeno questa settimana, anche se il prezzo esposto era di 2,38€ al litro; mentre all’Iper si trova, contingentato, a 1,78€ al litro, un prezzo onesto dati i tempi ma che solo qualche mese fa sarebbe stato da usura.

Amiche e amici se lavoro, funerali (che mica c’è stato solo quello di mio padre, sembra ci sia una morìa di vecchietti) e impegni che stanno ricominciando me lo permettono spero di riuscire a scrivere e soprattutto leggere un po’ di più; intanto vi auguro un buon weekend, farà caldo ma se non avete necessità di raccogliere pomodori si dovrebbe resistere…

hot curvy plus size model Tara Lynn in bikini swimsuit (5)

44 pensieri su “Cronachette della fase tre (7-10 luglio)

  1. Resisto ero eroicamente a caldo e desiderio di vacanza… sono al lavoro con due ventilatori attivi e non invidio chi si sgomita a starnazzare senza mascherina per un posto al sole…come si dice,de gustibus anche se in questo caso è più spiccato il senso di sopravvivenza … Riguardo il caos creato a livello politico meglio taccia, si sa che l’incazzatura non è fredda…

    Piace a 1 persona

  2. Arrivo alla fine e c’è la signorina che… cancella le miserie coscienziosamente snocciolate nel post. E meno male. Non importa se tutte le volte, devo rileggerlo il post per tornare in sella.
    Prendo a caso Alitalia, pozzo senza fondo da sempre, scandalo eterno insieme alla Cassa del Mezzogiorno di triste memoria e insieme a una folta compagnia di enti dissipatori e mangiatoie. Una volta ne era Roma il fulcro ma adesso anche Milano la famosa “capitale morale” pare che a quel “morale” abbia aggiunto un “ex”.
    Le vacanze? Milano mi pare già in clima, passata dal vuoto del tutt’in-casa a quello della gente già partita e che parte.
    Devo però concludere che se i mali nazionali sono infiniti e che se è vero che è dai tempi aurei della Roma antica che tutto cambia per non cambiare niente, ebbene fin tanto ci saranno dei Trump, dei Bolsonaro, dei Boris Johnson (ed è solo l’inizio di un lungo elenco)…
    Alla prossima, allegria!

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo non cambia niente nemme da noi, le scelte sono sempre le stesse da ogni parte, non ci sono altre soluzioni o non c’è abbastanza immaginazione o volontà? Sembriamo come i cavalli che vanno col paraocchi… però la ragazzotta almeno la vediamo! 🙂

      Piace a 1 persona

  3. riesci sempre a sintetizzare con scioltezza e semplicità i temi politici più complessi, e per giunta mi ritrovo anche nelle tue considerazioni.
    spero che effettivamente tu riesca a continuare: sei un appuntamento imperdibile.

    ps. vado ad aggiungere la foto dell’avocado, esclusivamente per te, ahah. 🙂

    Piace a 1 persona

  4. Bonus come piovesse.
    Io li prendero TUTTI
    Macchina
    Vacanza
    Bicicletta e
    Monopattino…. poco importa se la mia macchinetta che adoro ha meno di 3 anni, se basterebbe aggiungere una sdraio in giardino per prendere il fresco la sera e sorseggiare un long drink, e biciclette monopattino a una certa età sono pericolosi perché se caschi ti rompi tutto…

    Che buffonate da politici (?) Allo sbaraglio.

    Buon uichend !!!

    Piace a 1 persona

    • Se avessi un nipotino mi farei dare il bonus baby Sitter! Quasi quasi mi arrischio a chiedere il bonus vacanze, ma a parte l’Isee non ho ancora capito chi lo accetta, quanti giorni bisogna rimanere, se bisogna andare tutti insieme… che cavolata. Buon UIC anche a te! 🙂

      "Mi piace"

      • Se davvero sei interessato il sito altroconsumo.it è molto esauriente.
        Quanti giorni? Quanto ci mette una famiglia a spendere 500 euro? Una coppia 250 e un single 150!? Ovviamente bisogna avere dei soldi propri in aggiunta dai quali la struttura detrarrebbe il bonus che a sua volta verrebbe rimborsato in una fase successiva dallo Stato Ma naturalmente albergatori e strutture ben conoscendo le insolvenze dello Stato ed avendo loro stessi problemi di liquidità il bonus lo rispediscono al mittente. Ovvio no!?

        🐠🐡🐟🥂🥂🍾

        Piace a 1 persona

        • Sono dei calcoli astrusi, noi ad esempio siamo in tre ma non ho capito se per spendere il bonus dovremmo andare tutti insieme… forse è pensato per delle famiglie con bambini, anche se poi si tratta dell’80% di 500 perché il resto si detrae dalla denuncia dei redditi. Certo, meglio che niente, la misura in realtà doveva sostenere gli albergatori ma non so quanto sia valida, un conto è avere soldi freschi ed un altro scaricarli dalle tasse (ammesso che avranno guadagni da tassare) l’anno prossimo…

          "Mi piace"

          • La coppia o nucleo famigliare 500 in unica soluzione tutti insieme appassionatamente!
            Comunque come hai evidenziato giustamente tu albergatori e strutture stanno al adesso perlopiù sono scannati e gli si chiede pure di anticipare Vitto alloggio e spese per l’ottanta per cento di un soggiorno X quanto e con quale sicurezza di rientrare in tempi brevi nelle spese Io sinceramente non mi ci metterei proprio in questo business!!!
            Comunque se vai su sito di Altroconsumo trovi tutte le informazioni.
            Buona serata

            Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...