Vita quotidiana al tempo del coronavirus (XXXI)

Mercoledì 25 marzo

Dopo lo sfogo di ieri che mi ha portato a derogare dal solito stile old british, ho recuperata la consueta bonomia e affabilità grazie a massicce iniezioni di Mon Chéri e Vecchia Romagna (etichetta nera); posso quindi riprendere il mio raccontino dicendo che stamane, durante l’uscita delle 7, ho incontrato più macchine della polizia/finanza/ambulanze che persone. Inquietante… Giuseppe l’edicolante mi dice che da qualche giorno è sparito un nostro amico, impiegato al Comune di Milano e volontario della Croce Azzurra; si era messo in auto-isolamento dopo che il loro equipaggio era stato chiamato per portare all’ospedale un medico, poi deceduto per Covid19, e non se ne hanno più notizie.

IMG_20200324_071029

Sarò abbastanza protetto?

Esco portando con me il modulo di auto-dichiarazione, naturalmente; è il terzo modello, cambia infatti man mano che le misure diventano sempre più stringenti e la “furbizia” umana cerca di aggirarle, perciò ora non si indica solo la residenza, ma anche il domicilio; si indica che non si è soggetti a isolamento o quarantena; se si va in un paese diverso deve essere per un motivo di estrema validità o urgenza. Siccome mia suocera abita in un paese diverso anche se solo a pochi chilometri, ci siamo preoccupati che non fosse più possibile raggiungerla, almeno per la spesa; del resto sarebbe assurdo che dovesse uscire per farsi la spesa da sola, a ottantacinque anni. No, tranquilli, in questi casi si può.

La schiena sta andando pian piano a posto, i cerotti antiinfiammatori evidentemente funzionano, ho fatto anche un po’ di stiramenti blandi, in pratica degli accovacciamenti per allentare la tensione. Che tocca fare…

Ieri ho fatto la richiesta di rimborso a Ryanair; vedremo se si riesce a recuperare qualcosa. Dato che la Coop con lo scontrino dell’ultima spesa mi aveva dato un buono per Chili, un servizio su Internet dove si possono acquistare/noleggiare film, ho provato a noleggiarne uno, per scoprire però che il film che mi interessava, “Cena con delitto”, non era coperto dal buono; potevo scegliere alla fine solo film in seconda visione, e anche abbastanza scadenti, che fregatura. Tra l’altro, dico io, la Rai in questi tempi non potrebbe trasmettere qualcosa di un po’ migliore? L’Eredità e i Soliti Ignoti stanno mandando puntate vecchie, e passi, ma almeno qualche film… ieri sera per vedere qualcosa di decente sono dovuto andare a cercare Sherlock Holmes su Spike!

Per oggi a mezzogiorno il Papa aveva invitato a dire tutti insieme un Padre Nostro, fatto. L’altra sera è girata una catena che invitava a mettere nel profilo whatsapp la foto di una candela della speranza, e poco dopo è arrivato un altro messaggio che diceva di non farlo perché si trattava di una trappola satanica; un altro invece che era tutto un trucco per prendere i dati personali dal telefonino. Io le catene di solito le evito e non ho fatto niente; un pensiero di compatimento a chi si è preso la briga di mandare le controcatene: ma che male vi faceva la candela?

Al mio paese, nelle Marche, è nevicato; a qualche chilometro, dove abita mia nipote, stanno per allestire un ospedale da campo perché le strutture stanno collassando anche lì. Curiosa la notizia che Bertolaso che era stato chiamato come consulente dal presidente della regione Marche sia risultato egli stesso positivo al coronavirus. Ma probabilmente potrà fare lo smart working…

A proposito di smart working, o lavoro agile (agiail, in inglese), confermo che purtroppo costringe a stare più seduti che in ufficio, o almeno per me è così; e non è che in ufficio si perda tempo, solo che ci sono velocità diverse e si riescono a fare più cose, quindi c’è anche più tempo per fermarsi ogni tanto… senza contare che in casa uno che si ferma a fare? Giusto per preparare da mangiare. E’ buffo che io e mio figlio lavoriamo entrambi da casa ma è come se non ci fossimo, ognuno chiuso nella sua stanza…

Ieri si parlava di un farmaco giapponese che avrebbe dato buoni risultati e poiché tutti siamo diventati epidemiologi o immunologi si è levato un coro favorevole all’introduzione senza se e senza ma: io dico che per queste cose ci sono organismi appositi, di gente che studia e sa, la cura Di Bella non ci ha insegnato niente?

A domani amiche e amici, vado a metter sul fuoco due fettine di pollo…

800px-“Indietro_tutta!”_-_Ragazze_Coccodè

35 pensieri su “Vita quotidiana al tempo del coronavirus (XXXI)

  1. ciao Gio, tutto sommato ci ritroviamo a lavorare lo stesso in maniera diversa, a casa si scoprono cose non fatte dal plestocene dunque le ore passano come niente ; del lavoro vero si fa quel che si può tramite pc, quando tiene la rete (a sire il vero intasata più del normale (comprensibilmente). Vedo che hai una mascherina fashion,bella coprente! al top! ciao 🙂

    Piace a 2 people

  2. Dici che se la pattuglia mi beccasse per strada diretto da una di loro avrebbero da ridire? Fossi io della pattuglia mi farei dare l’indirizzo e, in caso di rifiuto, applicherei l’intero Codice Penale.
    Non capisco, posso andare dall’edicolante che è brutta, vecchia, sdentata, scorbutica e… vabbeh, lasciamo perdere.
    Passando a cose meno serie, alla reclusione coatta, effettivamente ci si trova di colpo a praticare incombenze che fino soltanto a pochi giorni fa erano inimmaginabili. Tipo: reggere il colapasta alla moglie col risultato di essere insultati perchè, maledizione, se azzecco l’inclinazione giusta.
    Odio il coronavirus.

    Piace a 2 people

  3. Lascia, lascia che gli entusiasti si calino farmaci sconosciuti, così facciamo subito un po’ di pulizia e i meritevoli che restano avranno più chance. Scusa il tono sprezzante, ma certi fetenti non li sopporto.
    La “trappola satanica” mi mancava, ma è bellissimo! Meglio che andare al cinema, altro che Chili! A proposito, ieri sera in verità davano The walk su Rai4, non ti ispirava? Ma forse l’hai già visto. Per il resto, verissimo che la Rai fa ancora più schifo che in tempi normali. E sì che di materiali buoni ne avrebbero…
    … anche io oggi mi sono sintonizzata sul Franci (in viva voce con amici, per giunta) per il Padre Nostro collettivo, però mannaggia, se avessi saputo che lo recitava in latino me lo sarei ripassato. Così invece ho fatto confusione e in pratica è come se non ci fossi stata per niente. Vabbeh.
    Sulla mascherina (vado a ritroso): quella lì non serve a una cicca, lo sai vero?; però sei molto, molto chic 😉 😘

    Piace a 1 persona

  4. Qui lo dico e non lo nego tutta questa polizia Carabinieri e chi più ne ha più ne metta questi moduli di autocertificazione che cambiano un giorno sì e l’altro pure cominciano a inquietarmi e mi pongo un po’ di domandine per esempio chi deciderà e sulle basi di quale teoria scientifica Quando finiremo la nostra reclusione!?

    Questo Presidente del Consiglio che comunica via Facebook A parte il fatto che io non ho Facebook non ci sono i canali istitizionali e perché fare dichiarazioni in piena notte?

    Ieri sera amiche soprattutto che ho su WhatsApp avevo consigliato questo film delizioso e molte mi hanno ringraziato e ti informo che a €2,99 lo puoi vedere anche su YouTube

    he peraltro ha un’ottima serie di film abbastanza recenti come per esempio un altro film non opprimente con Bradley Cooper il lato positivo.

    Canale 34 Rai e la7d e la5, canale 38 x i gialli propongono sempre qualcosa di accettabile!!

    Shera😁

    Piace a 1 persona

    • Immagino che lo faranno quando le terapie intensive si saranno un po’ svuotate, o almeno spero… perché se dura ancora tanto mi sa che dovremo uscire lo stesso, e si salvi chi può. Io temo che questi controlli, sulle cellule telefoniche, con i droni, ci preparino a qualcosa di peggio, sempre per il nostro bene si intende… 😦 l’altra sera ho sentito Conte, era in diretta facebook ma l’hanno trasmesso in diretta in televisione, ed erano le 23, non così tardi… io penso che abbia fatto così per evitare l’esodo come l’altra volta, e infatti ci hanno provato ma sono stati fermati. Grazie dei suggerimenti, domani vedrò di approfittarne, stasera c’è l’Ispettore Morse su Paramount Channel… (dovrei anche leggere qualcosa e scrivere, ma sono svuotato, non riesco a concentrarmi, a malapena riesco a lavorare…) buona serata!

      "Mi piace"

      • Altro che multe! A lavorare negli ospedali visto che gli svuota padelle servono, a fare le pulizie poi vediamo se escono una seconda volta.
        Permetti se insisto un comunicato ufficiale alle 23 non mi sembra molto istituzionale Poteva benissimo aspettare la mattina successiva tanto più che il decreto, l’ultimo della serie, entra in vigore domani…
        Bye for now!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...