Un inizio di anno alla grande!

È commovente assistere ai primi vagiti di questo anno. Il vecchio l’ho chiuso andando al cinema, e poi un piccolo cenino tra parenti: in tono minore, con moderazione, che noia. Il giorno dopo invece botta di vita, siamo andati con gli stessi parenti a vedere i Legnanesi a Milano, anzi ad Assago: avevo preso i biglietti on line ed ho sbagliato giorno, così mi sono presentato con i biglietti per domani. Fortunatamente c’erano parecchi posti vuoti, e ci hanno fatto entrare lo stesso: la fiducia nei miei confronti però è scemata, e dovrò faticare parecchio per risollevarla. Quest’anno vorrei scrivere solo cose vecchie e divertirmi con Olena & c. (intanto sto preparando il libretto per la stampa, tanto prima o poi tutto quello che c’è sui computer sparirà, lo sapete vero? Molto meglio la carta). Soprattutto mi sento ottimista, molto ottimista. Di che dovrei scrivere se no, se sia lecito per il paese più armato al mondo assassinare gente come più gli piace, con la scusa di difendersi? O delle 50 bombe atomiche che ci ritroveremo tra poco ad Aviano, nonostante il nostro ministro della difesa giuri il contrario? O che la prossima Parigi Dakar si correrà in Arabia, come del resto poco fa si è giocata la Supercoppa Italiana di calcio? O che in Libia arriveranno i turchi, che avevamo cacciato via nel 1911? O che in Siria, ad Idlib, quelli che fino a ieri erano i tagliagole dell’Isis ora sono definiti “ribelli”? No, non sono attrezzato. In bocca al lupo al nuovo anno comunque, se tanto mi dà tanto non sarà dei più tranquilli. Anno bisesto…

21 pensieri su “Un inizio di anno alla grande!

    • Di auguri ne avrà un gran bisogno questo povero mondo. Sentivo la dichiarazione dell’Imperatore Supremo che diceva di essere deluso dagli alleati europei perché non ha ricevuto l’appoggio che si sarebbe aspettato. Come se lanciare missili su aereoporti civili di paesi con cui non si è in guerra e uccidere chi ha lottato contro l’Isis fosse una cosa normale. La parola giusta però l’ha detta: alleati, e ci andremo di mezzo anche noi, volenti o nolenti. Già quei 900 che abbiamo in Iraq dovranno star chiusi nella base: che ci facciamo, allora, non dove vanno servire ad aiutare gli iracheni? Grandi menzogne, grandi ipocrisie: quanti soldi prendono gli americani dai sauditi per fare la guerra in loro vece?

      Piace a 2 people

  1. Analisi, la tua, perfetta e quest’ultima mossa del Big One è proprio la ciliegina (la bomba) sulla torta. Condivido le tue preoccupazioni e sono anche amareggiato perchè vedo che secoli di distruzioni e guerre non hanno insegnato niente. Vedo un crescere da Ovest a Est, che siano democrazie o dittature, di minacce e contro minacce, di “uomini forti” e quello che è più preoccupante, è che, dove c’è possibilità di scelta, gli “uomini forti” trovano consenso nell’elettorato.
    Gli animali non hanno uno spirito suicida come noi, stolti bipedi umani.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...