La bellezza salverà il mondo?

L’Italia, questo meraviglioso paese in cui abbiamo la fortuna di vivere, ha ben 55 siti riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità (di cui 7 in comproprietà con la Svizzera o comunque presenti in Italia come San Marino e Città del Vaticano) su un totale di 1092.
Una nazione di 60 milioni di abitanti (appena lo 0,85% della popolazione mondiale) detiene il 5% del patrimonio dell’umanità: non è un miracolo questo?

Meno male che c’è l’Italia! Ma perfino l’Idiota di Dostoevkij, osservando le vicende del nostro paese, sarebbe dubbioso della sua stessa affermazione. Una vena di follia aleggia nell’aria: una volta c’era chi si credeva Napoleone mettendosi uno scolapasta in testa oggi invece c’è chi, brandendo un rosario, si crede di essere il Papa; la plebe acclama chi strilla di più, è l’eterno “salvate Barabba” invece di Gesù; nel paese dei balocchi la ministra dell’Istruzione dichiara di non leggere un libro da tre anni; la presidente della regione Umbria si dimette e poi vota contro le proprie dimissioni; chi salva vite è accusato di ogni nefandezza mentre a chi quotidianamente le toglie, a quelli che spargono guerre per il mondo, lecchiamo il didietro in continuazione. La disuguaglianza cresce continuamente e si parla non di aumentare ma di togliere le tasse a chi più ha, tanto poi c’è sempre qualcuno su cui aizzare il popolino: gli immigrati, i rom…

E la bellezza dovrebbe salvarci?

le-vincitrici

Annunci

13 pensieri su “La bellezza salverà il mondo?

  1. Il tuo post l’ho scorso, quel tanto che basta, ritrovavo cose fin troppo note, e anzi ti ringrazio perchè al tuo elenco di tristezze nazionali ce ne sarebbero da aggiungere altre e tante che invece di un post diventerebbe un elenco telefonico (nota: ci sono ancora gli elenchi telefonici?).
    Dove invece mi sono soffermato a lungo, eh sì, appuntando ripetutamente l’occhio da sinistra a destra e viceversa, da non perdermi la minima chicca, immaginerai certamente dove. Finalmente torni alle vecchie oneste abitudini e che restino, però.

    Piace a 1 persona

  2. Ero indeciso se mettere: Francesca Verdini (ma a me sinceramente non piace, preferivo la Isoardi), oppure Philippa Strache, sontuosa ma austriaca, alla fine ho preso questo campionario di italica bellezza dove tra l’altro trovo conforto, in alcuna, rilevandone la normalità: gamba corta, coscia forte, insomma la bellezza normale della gioventù che dovrebbe essere al potere. Devo dire che il post e’ nato da due spunti: la visione ieri sera di spezzoni di trasmissioni con Heather Parisi: eravamo al top, poi dono arrivate le televisioni commerciali e ci siamo rimbambiti, poi Internet e li e’ stata la fine. E, secondo, un bel libro del National Geographic sui siti italiani patrimonio Unesco: una bella fortuna vivere qua! Ma ce la meritiamo?

    Piace a 1 persona

  3. Non so se la bellezza ci salverà… Mi accontenterei che ci facesse riconoscere quelli con lo scolapasta in testa per quello che sono… Ricordo mia nonna che, quando recitava il rosario, lo “snocciolava” con dolcezza. Il tizio a cui ti riferisci, come tu scrivi nel post invece lo “brandisce”, anzi secondo me lo tiene in mano e lo sferra, proprio come fosse un tirapugni. Se la bellezza ci fa ancora riconoscere queste piccole differenze …non siamo proprio messi così male come sembra.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...