Nababbi con 780 euro!

Confindustria sostiene che l’importo del cosiddetto reddito di cittadinanza è troppo alto, e noi ne siamo straconvinti! Diamo spazio agli aridi numeri e vediamo cosa può fare un single che vive da solo con tanto ben di dio. Ognuno può variare la tabella come vuole e fare le sue considerazioni. Tolte le spese fisse (che sono molto sottostimate per la mia esperienza, vorrei vedere chi riesce ad affittare un’appartamento _ ma anche una stanza _ a 100 euro) rimangono ben 14 euro per attività voluttuarie giornaliere come mangiare, bere, vestirsi, lavarsi e magari uscire a cercar lavoro. Adesso farei provare un mesetto al direttore di Confindustria per vedere se magari gli riesce di moltiplicare i pani ed i pesci.

REDDITO DI CITTADINANZA 780
SPESE FISSE:
telefono con collegamento Internet 30
ricarica cellulare 5
energia elettrica 40
gas/riscaldamento 70
tv 9
acqua 10
affitto 100
auto (bollo, assic. tagliandi, carburante) 100
totale spese fisse 364
rimanenza mensile per altre spese 416
a disposizione giornalmente 13,87

Io dico che se risparmia qualcosina sullo champagnino ci sta dentro…

untitled

Annunci

13 pensieri su “Nababbi con 780 euro!

  1. Se è per quello, è in buona compagnia: altri hanno già detto che disincentiva alla ricerca di un lavoro, dal momento che, le paghe sono speso inferiori a quanto disposto dal Rei.
    Ricordo di un film di non molto tempo fa, narrava la storia di una ragaza con quatro figli e compagno disoccupato che lavorava come cameriera in un bar per 700 euro mensili in nero, con ore non pagate a profusione. E che finiva per morire per un collasso, dal momento che non poteva assentarsi nemmeno per una visita medica. Dunque ci andase il presidente di confindustria, con le paghe di oggi.
    Ma, per conto mio, piuttosto che un Rei, ci sarebbe stata necessità di un innalzamento dei minimi contrattuali ed una guerra al lavoro nero, con un serio ufficio di collocamento. Credo che sarebbe costato di meno.

    Piace a 2 people

    • Ci riprovo… poco tempo fa ho visto un film, Io sono John Black, dove si raccontava la storia di questo uomo alle prese con il sistema assistenziale inglese… che lo porta quasi alla perdita della dignità. La cosa che temo di più e’ che mettiamo in piedi un sistema con quello… perché la dignità e’ solo nel lavoro! Pagato il giusto, con tutte le tutele conquistate con decenni (secoli, direi ormai) di lotte pagate a caro prezzo. Non sono un fan del reddito di cittadinanza, ma penso che nelle condizioni date (cinque milioni di poveri! In Italia, uno dei paesi nonostante tutto più ricchi del mondo!), con il lavoro 2.0 e senza idee su come cambiare questo sistema di valori e di produzione (di uguaglianza si parla più? Non mi pare) sia necessario per dare un minimo di respiro ai tanti in difficoltà… ma ripeto, lo sforzo che tutti dovrebbero fare e’ pensare il lavoro, come ridistribuirlo se ce n’è poco (anche degli orari bisognerebbe riparlare, perché no?) come riportare una progressività alla tassazione per almeno diminuire le enormi differenze… ma se tutte le principali forze politiche sono allineate sullo status quo c’è poco da sfogliar verze…

      Piace a 3 people

      • L’ho visto anch’io quel film, ovvero di come trasformare il welfare in tagliola per disgraziati, facendoli morire di crepacuore. Sono pienamente d’accordo con il tuo discorso. Ed anche con la filosofia alla base del provvedimento del Rei. Non lo sono sui tempi e sui modi dell’attuazione: troppo frettolosa e pasticciata. ANDAVANO PRIMA RISTRUTTURATI I CENTRI I CENTRI PER L’IMPIEGO E STABILITI CONTROLLI EFFICACI.
        Così risulta essere una corsa al consenso che minaccia di dimostrarsi un salasso. Certo che ci vuole, che è essenziale questo provvedimento, a maggior ragione che, la precarizzazione dei lavoratori e l’erosione dei diritti, pare non fermarsi di fronte a nulla. E di questo non possiamo che ringraziare pure i cosiddetti governi di centrosinistra…

        Piace a 1 persona

        • Infatti anche la Cgil pone tutta una serie di osservazioni sul merito di questo provvedimento… certo c’era una cambiale elettorale da pagare, ed il rischio era che per cercare il meglio non si facesse niente. Se dovessero vincere questa scommessa quasi quasi li voterei anch’io, ma mi pare mooolto difficile…

          Piace a 1 persona

          • Anch’io vorrei tanto che avessero ragione: è una misura sacrosanta: non si può liberalizzare i licenziamenti, senza nemmeno fornire una sorta di paracadute. Però, com’è possibile di dare un reddito a qualcuno imponendogli un lavoro in una qualsiasi regione?Quasi come se fosse possibile trovare affitti ragionevoli ovunque. E dunque con la paga riuscire a sopravvivere decentemente…

            Mi piace

Rispondi a le hérisson Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...