Aiutateci a casa nostra

Pubblico un articolo di un mio amico congolese, apparso sul Settimanale della Diocesi di Como il 1 marzo 2018. “Troppe complicità internazionali”, dice Basile.

img082

Annunci

5 pensieri su “Aiutateci a casa nostra

  1. Assolutamente d’accordo con l’articolo. Le “multinazionali “hanno una parte di responsabilità,miope e egoistica a “breve”termine. Ma una enorme responsabilità l ‘hanno i paesi limitrofi (Ruanda in particolare ) Kagame! !Il Congo -purtroppo -è vittima di “”se stesso “Troppo ricco di materie prime e troppo grande. È un incubo per i trasporti e la logistica. La costruzione della ferrovia è stato un genocidio della popolarità e di migliaia di cinesi che erano stati deportati. E’una pagina tremenda della storia.

    Piace a 2 people

    • Il Congo e’ uno dei paesi emblematici dei misfatti del colonialismo… un paese davvero “troppo” ricco per non far gola ai “civilizzatori”… Gli spettri del Congo, Cuore di tenebra, Le confessioni di Re Leopoldo… uno sfruttamento così disumano da suscitate indignazione persino nei poco commentatori dell’epoca, pure abituati ad ogni sorta di durezze… prendiamo Mark Twain… o gli stermini fatti per il caucciù, una cosa ora inimmaginabile. Non ha pace questo paese, ora si contendono il coltan… a noi ancora rinfacciano la Libia, ma i belgi avrebbero ben più da farsi perdonare e risarcire, a cominciare dall’uccisione di Lumumba…

      Mi piace

      • Ragione ha iosa. ….MA oggi,OGGI, è un gioco intrAfricano. Lo “sfruttamento “occidentale è paradossalmente – secondario – la partita è tra una categoria (manco classe!) di sanguisughe “colte”locali e una massa di disperati,con un gioco di potenza Africana -con la assurda ambizione del Ruanda di Kagame di essere la “Prussia”dell Africa orientale. ……i belgi infondo gli occidentali sono quasi marginali. …..Sorge la Grande Cina, molto più “ABILE “felpata. ……!! dica al suo amico ex, di candidarsi sindaco in Italia. …è meglio. Saluti

        Piace a 1 persona

  2. È quello che sostengo io da anni! Si parla di flussi migratori, si riempiono la bocca con paroloni su come fermarli, fanno finta di prendere provvedimenti ma alla fine non fanno la cosa più importante lasciarli vivere senza depredarli delle loro materie prime! Sarebbe l’unica soluzione per vivere in armonia.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...