Belli e intelligenti

Da bambino capitava abbastanza frequentemente che a mia madre venissero rivolti dei complimenti verso la mia diligenza e acume: “Ma quant’è ‘ntiligente ‘ssu figliu tua!” che la inorgoglivano giustamente, perché è ovvio che se uno è intelligente deve aver preso da qualcuno come pensava anche Cornelia la madre dei Gracchi che come è noto erano tribuni del popolo romano e non corvi come per qualche tempo ho creduto, ed era tanto orgogliosa quanto io avrei voluto nascondermi sottoterra quando gli apprezzamenti venivano fatti con me presente. Inspiegabilmente non ho mai sentito elogi alla mia prestanza fisica, e mi chiedo ancora oggi quale ne sia stato il motivo. Sarà forse perché nelle foto delle elementari risultavo sempre il secondo diversamente alto, battuto solo dal poco più piccolo Claudio Caponi? Ma lui però non era nato settimino.

E’ di pochi giorni fa la notizia che il preside (pardon, dirigente scolastico) di una scuola  elementare di un  paese della Toscana ha vietato di fare qualsiasi foto a scuola, compresa la foto di classe, per questioni di privacy. Secondo me ai miei tempi c’era molta più privacy di adesso (e soprattutto pudore) ma la foto di gruppo _ solo quella _  la facevamo; la differenza è che non esistevano ne computer ne social media, ed è stata una bella fortuna esser stati giovani allora.

L’altro giorno mi è caduto l’occhio, del tutto involontariamente, su una ricerca dell’università di Oxford (gli stessi dell’osso del pene dell’uomo di Neanderthal, se non sbaglio) che sostiene che le donne con un lato B prominente sono non solo più resistenti alle malattie ma anche più intelligenti di quelle con un fondoschiena striminzito. Non mi sogno certo di contraddire questi scienziati, anzi la mia esperienza sorretta da evidenze empiriche mi inducono a confermare lo studio; del resto anche la grande attrice Liz Taylor sosteneva che, ad una certa età, per mantenere la pelle del volto liscia bisogna avere un bel sedere.

Elizabeth_Taylor_Cleopatra.263w_350h

Per tornare alle scuole, in poco tempo sono assurti al (dis)onore delle cronache: una professoressa sfregiata con un coltello da un alunno “problematico”, un’altra legata con dello scotch da un’intera classe, ed un altro insolentito da un bulletto. Poi, dove non arrivano i  figli ci pensano i genitori a dare il meglio di se stessi, non assegnando la giusta razione di legnate ai pargoletti ma andando a picchiare i professori che hanno la sfortuna di avere a che fare con i loro pargoletti. Con amarezza registro che spesso  la risposta della scuola è minimizzante, e comunque non ferma come dovrebbe essere. Una volta tanto la mania di postare tutte le stupidate si è ritorta contro gli autori, che si sono rivelati per quello che sono: dei perfetti coglioni. In un paese normale a scuola non dovrebbero più metterci piede, e dovrebbe essergli assegnata d’ufficio una bella zappa, con tanto di terreno da dissodare a forza di calci nel fondoschiena (nel loro caso però anche se dovesse ingrossarsi l’intelligenza non migliorerebbe).

sculacciata

Ad oltre quaranta giorni dalle elezioni ancora non è emersa una maggioranza di governo. Purtroppo non basta dire “ho vinto io” di fronte all’evidenza dei numeri, e certamente non è facile mettersi insieme, seppure con un contratto ben definito, con chi ci è scambiati insulti e insolenze fino al giorno prima. Comunque, poiché la politica è l’arte del possibile, qualche soluzione si troverà; nel frattempo mi pare interessante l’esperimento di aspettare le elezioni regionali di Molise e Friuli-Venezia Giulia per decidere con chi mettersi insieme. E’ senz’altro un passo avanti rispetto al tempo in cui gli aruspici avrebbero interrogato le interiora degli uccelli, e poi io degli amici molisani e friulani mi fido e mi affido volentieri al loro giudizio.

Simona_Guatieri_08

Propongo di sciogliere l’Onu. A che serve ormai? Se tre compagni di merende possono decidere chi e quando bombardare prima di ogni risoluzione e verifica, non ne vedo l’utilità. Trovo ridicolo che nel momento in cui si ventila l’utilizzo di armi atomiche tattiche e solo in Siria la destabilizzazione con conseguente guerra civile è costata (finora) più di 400.000 morti e milioni di feriti e sfollati, ci sia qualcuno che si erga a giudice e boia sventolando il patentino di democrazia.

Lanceremo missili belli e intelligenti, ha minacciato mister Trump. Un missile per quanto bello rimane sempre un missile, e sull’intelligenza stenderei un pietoso velo.

Laurent_de_la_La_Hyre_001

 

Annunci

24 pensieri su “Belli e intelligenti

  1. Missili con il sedere a mandolino. Comunque che cosa ipocrita eliminare la foto di classe (come se i genitori stessi, o quantomeno una buona porzione di essi, non intasi giornalmente internet delle foto dei figli bah).

    Piace a 1 persona

  2. Ma quant’è ‘ntiligente ‘ssu figliu tua!” mi verrebbe voglia di dire a tua madre! Concordo sul precludere la scuola a chi ha commesso atti di bullismo e violenza, c’è un altro istituto per ragazzi così , il riformatorio! Ben tornato Gio, sempre un piacere leggere I tuoi pensieri a briglia sciolta

    Piace a 1 persona

        • Riso in bianco con spruzzata di limone! Una prelibatezza. Ho scoperto che ci sono dei fermenti lattici con 24 miliardi di bacilli. Ma faranno veramente bene? Bho. Ricordo che qualche anno fa ad Amsterdam presi freddo e mi venne il ca…tto e non ci fu verso di trovare i fermenti in farmacia. Secondo loro non erano medicinali (e va bene) ma soprattutto non servivano a niente. Qui da noi invece c’è un business fiorentissimo, saremo i maggiori consumatori al mondo di lactobacillus? Bisogna indagare, prima che questo paese finisca in m…

          Piace a 1 persona

          • Da fonti molto attendibili, mi viene confermato di crederci nella bontà dei lactobacillis: aiutano a riprodurre la flora batterica e la proteggono. Quindi, lascia perdere gli olandesi ed usali all’occorrenza…

            Mi piace

  3. Il mio caro Giorgio non si smentisce mai ad acume. Sui problemi della scuola e dei suoi ” alunni ”, convengo con te mio caro. E la foto mi pare molto eloquente. Non agire con fermezza non aiuta affatto. Anzi il contrario. Sono felice di rileggerti. Un bacione. Isabella

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...