Ancora, senza senso

Stamattina c’è stato un incidente ferroviario con morti e feriti qua vicino, alle porte di Milano. Accanto al silenzio rispettoso per le vittime ed al cordoglio per le famiglie, vorrei che si levasse alta la generale riprovazione per i responsabili, perché responsabili ce ne sono, eccome. E’ di un anno e mezzo fa la tragedia in Puglia, dove si scontrarono due treni; allora i responsabili lombardi si fecero belli dicendo che qua non sarebbe potuto succedere, perché i sistemi di sicurezza, gli investimenti, bla bla. E poi? Miliardi per strade, e strade, e strade, inutili, inutilizzate e qualcuna anche dannosa. E i treni dei pendolari? La manutenzione delle linee? E dei treni? Certo che ci sono responsabili! So già che si palleggeranno la responsabilità tra Trenord e Rfi, no la colpa è tua no la colpa è tua. Intanto delle persone che avevano l’unica colpa di essersi svegliati all’alba per andare al lavoro o a scuola, e si sono fidati di chi avrebbe dovuto trasportarli a destinazione, sono morti o giacciono all’ospedale feriti. Signori politici, sappiate che delle vostre beghe, leggi elettorali, liste bloccate, flat tax ci siamo rotti i coglioni! Lo volete capire si o no? Quando vi deciderete a pensare alla gente che lavora, a chi si fa il culo per tirare avanti questo paese? Traditori della patria e del popolo! Ruffiani e opportunisti, malfattori!

Qui sotto riporto l’articolo che avevo postato un anno e mezzo fa. Che cosa è cambiato? Le stesse domande che mi ponevo sono rimaste lì. E stasera ci sono famiglie in più che piangono.

Si, viaggiare

 

Annunci

24 pensieri su “Ancora, senza senso

  1. Che dirti, se non unirmi al tuo urlo di sdegno? Da un pezzo la sicurezza e la manutenzione sono diventate un optional da appaltare al ribasso. Di conseguenza anche le vite di chi viaggia sono diventate tali: possibilità di guadagni per altri che giocano al ribasso con le nostre vite… Però, intanto si buttano via montagne di capitali per bucare montagne e in nome di quella tav che ci lascia a piedi quando va bene…

    Piace a 2 people

    • Stasera sono avvilito, Sal, perché non penso proprio che le cose miglioreranno. La discussione politica è così meschina e comunque bloccata, inchiavardata sull’esistente. Si discute di alleanze, combinazioni, ma di contenuti pochissimo e solo per slogan. Cosa propongono per i trasporti pubblici? Tu l’hai capito? Io proprio no. E quindi la domanda che viene spontanea è: ma ce l’hanno un’idea sulla mobilità, come pensano di far spostare masse di persone senza aumentare l’inquinamento, che idea di futuro? O l’unica idea è spartirsi i consigli di amministrazione? Una botta di pessimismo cosmico…

      Piace a 3 people

            • Salvini… il mio T9 si rifiuta perfino di scriverlo… l’Italia che mette dazi voglio proprio vederla. Si parla di dazi per non affrontare la questione della dignità del lavoro: se tu produci i frigoriferi e costano di meno perché sfrutti i tuoi operai pagandoli un salario da fame, ed in più paghi delle tasse ridicole, i tuoi frigoriferi te li tieni… ed ovviamente questo vale per tutto ma è il modello di sviluppo intero che verrebbe messo in discussione, la questione della concentrazione e redistribuzione delle risorse… Mettere in discussione il potere delle multinazionali… se non si affrontano questi temi hai voglia a mettete dazi… e non li affronterà di sicuro Trump, e qua da noi non ne vedo (a parte papà Francesco, l’unico che parli chiaro e alto su questi temi!).

              Piace a 2 people

              • Manderà le cannoniere di fronte a New York per mettere fifa al pinguino in rosso… Scherzi a parte: la globalizzazione, così come è stata impostata, è una tragedia epocale. Le merci e i capitali si muovono con un solo click. Mentre le persone sono incatenate a paghe da fame. Del resto, ti si dice: che diritti puoi accampare se un cinese lavora il doppio di te italiano e con un terzo del tuo stipendio? L’unica speranza è che, ad un certo punto, finiscono i luoghi dove questi imprenditori scappano a trovare manodopera a prezzi stracciati. Forse così si romperà questo circolo vizioso: i lavoratori occidentali vengono pagati sempre meno per essere livellati a quelli orientali. Dunque sono costretti a comprare prodotti a basso prezzo manufatti di quei paesi che ci rubano il lavoro. Un circolo vizioso che ci impoverisce noi e loro…

                Piace a 2 people

                • E’ così, proprio una corsa al ribasso… mentre pochi si ingrassano sempre più (vedi ultimo rapporto Oxfam, che fotografa l’ennesimo aumento della disuguaglianza). Ma l’uguaglianza non è più di moda. Così si perde anche la bellezza, perché la gente si abitua al brutto…

                  Piace a 2 people

                  • Il nano che oggi si ricandida è quello che, per primo, ci ha sbattuto in faccia la triste realtà: come volete che il figlio di un operaio abbia le stesse possibilità di quello di un ingegnere, architetto o che altro? E abbiamo visto masse di pensionati, lavoratori e disoccupati accorrere a votarlo. Malaccorti che, votandolo, avvallavano una filosofia di vita e un indirizzo sociale che li avrebbe dannati ad essere, con i loro eredi, gli ultimi e per sempre. Questa gente non si è accorta che si ingessava l’ascensore sociale. E non sarebbe bastato vincere ai giochi Rai o Mediaset per ascendere socialmente. Del resto si legalizzava ed esaltava l’evasione e l’elusione fiscale. Come lo stesso ebbe a dichiarare di fronte alla guardia di finanza, mostrando comprensione per chi evadeva le tasse. Memorabile quel discorso, proprio davanti a coloro che avrebbero dovuto darci la caccia e che, poco dopo, lo avrebbero pure indagato per quei reati. Ma tant’è che, quella che avrebbe dovuto essere l’alternativa, non ha trovato di meglio che accanirsi contro il proprio elettorato con riforme sul lavoro e delle pensioni che, alla prova dei fatti ci lasciano amareggiati ad assistere al ritorno del cavaliere: in fondo aveva fatto meno male lui che tutti i governi da Monti a Renzi… Ironia della sorte?

                    Piace a 1 persona

  2. Un urlo di sdegno al quale mi unisco. Dove è finito il senso civico? Che gente ci governa? Perché non si alza non un grido di protesta , ma una protesta vera e propria? È che la gente perbene in politica non ci va. Una prece alle vittime e alle famiglie

    Piace a 1 persona

    • Comitati d’affari e malaffari e lobby, questa e’ diventata la politica. Del resto le persone hanno perso coscienza della cosa pubblica, e se la fanno scippare tranquillamente, consenzienti. Anni di retorica di “tutti imprenditori!” e di invidualismo, di denigrazione di tutto quello che era pubblico a cosa hanno portato? Una chiusura nel particolare, ognuno si fa i cavoli suoi se può, e gli altri si arrangino. Chi se ne frega dei treni! O delle scuole! O degli ospedali. Chi c’ha i soldi ne vuole sempre di più, e gli altri si arrangino. Un paese che ha perso il collante, il senso dello stare insieme.

      Piace a 1 persona

  3. Pessimismo cosmico, sì. Ho cinquant’anni e due figlie, una quasi maggiorenne e l’altra poco dietro. Non vedo un buon futuro per loro. Per quanto mi sforzi. Sopravviveranno, sopravviveremo a quasi tutto. Inquinamento, siccità, alluvioni, delinquenza, Stato e Multinazionali (stessa cosa) soverchianti che utilizzano le masse solo per arricchire pochissimi. A volte mi schifo da solo per la mia mancanza di VOGLIA di cambiare le cose. Si continua a dire che bisogna far qualcosa, che bisogna cambiare, ma cosa posso fare io, da solo, senza nessun potere politico o economico? Dare il voto a questa o quella coalizione politica? Già fatto, di qua e di la. Servito a nulla. Andare in piazza con i forconi? Per mettere al governo qualcuno peggio di quelli mandati via? Rivoluzione silenziosa, nelle piccole cose? Ci provo… ma sembra di svuotare il mare con un cucchiaino…
    Intanto la benzina e il gasolio continuano ad aumentare tra il silenzio generale, ne siamo talmente abituati che ormai non ci facciamo più caso, mi sembra un esempio palese di come ormai assorbiamo le negatività senza fare una piega…
    Bon, basta, scusate… meglio che chiudo qui. Tra qualche giorno il ricordo di questa ennesima tragedia sarà solo dei parenti delle vittime e dei feriti. Noi altri continueremo a testa bassa, fino a quando toccherà a noi.

    Piace a 3 people

  4. Concordo. Tagliano i costi,ottengono solo pessima qualitá nei servizi alla persona e cosí abbiamo chi muore negli ospedali per infezioni dovute alla mancanza di sanificazione,chi muore prendendo un treno e chi muore ammazzato con machete o spranghe di ferro ad opera di pazzi e disperati lasciati liberi di circolare senza cure psichiatriche. Intanto gli stipendi dei politici non sono scesi di un centesimo,si dovrebbe chiedere il risarcimento danni a questa gente,la restituzione degli stipendi per incapacitá a governare

    Piace a 2 people

    • Bisognerebbe quantomeno non votare gli stessi, anche se la scelta è molto difficile… credo che non si tratti solo di incapacità ma di precisa volontà. La volontà di mortificare il pubblico per favorire il privato, ad esempio; la volontà di mettere i soldi dove è più facile ricevere ricompense (perché strade invece di ferrovie? E’ un caso che tante imprese di costruzioni e sbancamento terra sono in mano a mafiosi?) e poi pochezza di idee, non pensare al futuro a trent’anni ma col piccolo cabotaggio… allora non si raddoppiano i binari che permetterebbero più treni e meno macchine, ma si fanno strade per far viaggiare più macchine (dato che i traposto pubblici non funzionano). E lo dico da una regione dove tutto sommato i trasporti pubblici sono molto più sviluppati che da altre parti… in altre parti d’Italia è un disastro, come la sanità, le scuole… dobbiamo come cittadini riprenderci in mano ciò che è nostro, respingere le sirene del privatizziamo-privatizziamo che va a favore solo di chi può permetterselo… e pretendere che le cose vengano fatte funzionare, senza sfaticati e furbetti del cartellino…

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...