Zucche e zucconi

Chi l’avrebbe mai detto che in natura esistano più di duecento tipi diversi di zucche? A meno di non essere botanici credo siano in pochi ad esserne a conoscenza. E’ quello che ho appreso ieri visitando una Sagra della Zucca in una frazione di un grazioso paese lacustre, di cui non farò pubblicità perché è uno degli acerrimi avversari nel Palio; dovevo comunque immaginarlo perché un detto di queste parti recita più o meno “zucc e dònn brutt ghe n’è dapertutt” ma comunque la bellezza è soggettiva ed effimera mentre una zucca è per sempre.
Era in mostra la campionessa delle zucche: uno zuccone da 200 kg! Sulla quale due bambinetti, sfuggiti alle attenzioni dei genitori, si sono seduti, rompendone la scorza. L’addetto alla sicurezza dell’ortaggio c’è rimasto male, ed ha redarguito i monelli; al che i genitori invece di prenderli per le orecchie e magari sculacciarli hanno fatto spallucce giustificandoli: “eh, sono bambini!”.

Tempo fa, frequentando abbastanza spesso Roma per lavoro, mi era capitato di assistere ad una scena altamente istruttiva: dai finestrini di un bus un gruppetto di ragazzini, evidentemente appena usciti di scuola, bersagliavano le persone sui marciapiedi con gessetti ed altre munizioni improvvisate. Un uomo, sarà stato di una trentina d’anni, si è avvicinato ad uno dei buontemponi dai capelli rossi e gli ha appiccicato uno schiaffone che gli ha lasciato il segno delle cinque dita sulla faccia brufolosa; il ragazzino dopo l’attimo di smarrimento iniziale ha tentato, coraggiosamente devo dire, di ribellarsi, prontamente raggiunto da un manrovescio sull’altra guancia. Il colore delle guance a quel punto era uguale a quello dei capelli; il ragazzino ha minacciato di chiamare il padre, al che il signore si è augurato che lo facesse, così gliene avrebbe appioppati un paio anche a lui. Colpirne uno per educarne cento!

Ho sentito dire che un giudice spagnolo per impedire il referendum catalano sull’indipendenza ha ordinato, tra le altre cose, il sequestro delle schede elettorali. Ingegnoso! Quello si che ha una bella zucca. Si potrebbe prendere come esempio per i prossimi referendum leghisti e sequestrare, oltre alle schede, anche le matite, gli scatoloni e i separé. Sarà per questo che vogliono far votare elettronicamente? Come mai quando i referendum li richiedono gli altri sono sprechi di denaro pubblico e quando invece li indicono loro sono sacrosanti? Spero che i terremotati ai quali quei soldi avrebbero fatto più comodo se ne ricordino quando Salvini andrà a chiedergli i voti. Una delle pubblicità che questi dementi questi democratici propongono recita che l’autonomia permetterà di evitare i crolli dei ponti. Regione e Provincia sono loro da decenni; sono stati al governo per vent’anni più o meno e tutto quello che sono stati capaci di fare è esportare diamanti in Tanzania e importare in Lombardia camorra e ‘ndrangheta; crollano i ponti e la colpa è sempre degli altri. Ma andate a cagare (sulle zucche)!

Al ritorno dalla sagra ci siamo fermati a ristorarci in un bel bar nelle vicinanze del lago. L’intenzione era quella di bere un prosecchino ed andare poi a cena ma il buffet degli aperitivi ci ha indotti a cambiare idea ed al grido di “piatto ricco mi ci ficco” dopo un primo momento di disorientamento ho iniziato a fare la spola tavolo-buffet con piatti via via ripieni di ogni ben di Dio. Devo dire che io e la mia consorte abbassavamo abbastanza l’età media del locale ed i camerieri ci avevano messo infatti in un tavolino un po’ defilato; qualche ragazza lanciava degli sguardi impietositi, sospettando che fossimo due pensionati che non arrivavano alla quarta settimana e avevano scelto il loro locale in alternativa alla mensa della Caritas: con soli 6 euro spritz e cena! Temo che se tutti facessero come noi in breve tempo fallirebbero, ma per il momento il rimorso non mi assilla.

Il candidato premier del Movimento Cinque Stelle sarà l’onorevole Luigi Di Maio. L’hanno stabilito cliccando qualche decina di migliaia di fedeli, ovviamente democratici, scegliendolo tra candidati eccellenti tra cui spiccavano l’Uomo Invisibile, la vecchina di Hansel e Gretel, il custode del campo di bocce di Laigueglia e il famoso macaco del selfie. Non discuto se Di Maio sia bravo o meno, ma che queste siano primarie serie lo possono credere solo dei fanatici. Quasi quasi erano state più serie quelle del PD, con Renzi contro Bombolo, Franco Franchi e Maciste.

Infine un invito: andate a vedere, se vi capita, Barry Seal con Tom Cruise. Sono passati trent’anni e più, ma i metodi non sembrano cambiati di molto.

(161 – continua)

American_Made_(film)

Annunci

52 pensieri su “Zucche e zucconi

  1. E già: Sono bambini!
    L’altro giorno al supermercato una “creatura” alta due spanne è bastata per bloccare ancora un po’ l’intero super.
    Sarà che queste recentissime acquisizioni umane (almeno, se si sta ai nonni) sono tutti geni.
    Quanto ai corsivi, stendiamo un pietoso velo.

    Piace a 3 people

  2. … Mi hai fatto venire in mente il film”Amici miei”, solo che lì erano dei “nonni” a prendere a schiaffi i viaggiatori in partenza sul treno: un po’come a dire che,quei ragazzini, ce l’hanno nel dna, come anche gli adulti… Il referendum? Allora dovresti vedere la faccia del loro leader, adesso che gli si presenta una sorta di nuova alleanza con i nostalgici del reich! E’proprio vero che servi si nasce: ieri del nazismo, oggi come ieri…
    Invece le zucche non mi sono mai piaciute. Eppure i miei ci sovraffollavano l’orto: erano belle ma solo da vedere…In ogni caso è sempre un bel leggerti.
    Un salutone

    Piace a 1 persona

    • Io ho imparato da poco ad apprezzare la zucca… prima nei tortelli, nel mantovano… poi al forno, in Veneto… e infine adesso ogni tanto mia moglie mi fa il risotto con la zucca e la vellutata di zucca. Non male… non sopporto Halloween 🎃 in compenso 😁

      Piace a 2 people

      • Il risotto con la zucca non è da molto che ho imparato anch’io a gustarlo. Per tutto il resto è ancora nebbia fitta…Eppure mia madre ne faceva di tutti i colori con la zucca. Per lei davvero il mondo avrebbe potuto essere una zucca… Poi, avesse visto mr Halloween, credo che lo avrebbe pelato per farlo al forno per accompagnare un bel pollastro a cena…

        Piace a 1 persona

  3. Adesso son bambini, lasciamogli la zucca da rovinare, che sarà mai una zucca da 200 Kg? La vediamo tutti i giorni! Poi a 20 anni gli dovrai comprare una Ferrari, e se gli dici no, dovrai anche essere disposto a farti ammazzare … chissà se i genitori di certo Pietro Maso avran mai detto “eh, son bambini”?! Pace all’anima loro, poveretti.
    Certo non sono nemmeno per gli schiaffi o scapaccioni come abitudine, un NO chiaro e tondo e mantenuto vale molto di più, i NO vanno detti fin dalla primissima infanzia, senza aspettare di dover arrivare, più tardi, ad usare le mani. Le regole sono fondamentali per i bambini, prima di tutto perché un bambino senza regole cresce insicuro e lo rimarrà molto probabilmente per sempre, con l’incapacità di affrontare autonomamente i problemi della vita; in secondo luogo perché evita ai genitori di farsi male alle mani. 😀 😀 😀
    La zappa, però, è proprio il tuo cavallo di battaglia, sarei d’accordo per fargliela usare nell’orto, ma il manico … dai … non esageriamo! Anche se, in certi casi … e non in quello dei bambini, no … mi era venuto un pensierino alle notizie di certo referendum telematico … ma sorvolo … non mi voglio guastare il sonno … 😀 😥 😀
    Potremmo usare le zappe per coltivare le zucche! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    La zucca mi piace da impazzire, pensare che ne esista una da 200 Kg mi fa letteralmente sballare come una canna di maria. 😀 :mrgreen: 😀 Non che io sappia come si sballa in questo modo, ma fa quasi chic affermarlo … 😉
    Hai citato dei piatti, caro, che mi ci ficcherei dentro! Nei tortelli mantovani prima di tutto, ma anche una nuotatina nella vellutata, non disdegnando 2 chicchi di riso e una fettina di zucca al forno per dolce. Peccato essere diabetici …
    Ci sono un paio di cose, comunque, che condivido in pieno: primo, odio HALLOWEEN! Che bisogno c’era di importare questa “cosa americana” (che poi di origine americana non è), quando abbiamo già di nostro tante belle tradizioni italiane da festeggiare? “San Martino, castagne e vino!”; secondo, adoro “6 EURO SPRITZ E CENA” … mi è capitata una cosa così 4 anni fa circa in un locale nel milanese, dalle parti di S.Donato mi pare, bastava prendere da bere, che costava 5 o 6 euro e ti potevi servire del “mangiare” quante volte e nella quantità che volevi e, giuro, c’era ogni ben di Dio, dagli stuzzichini a vari tipi di pasta, riso, verdure cotte e crude, pizze, bruschette, pane vario condito, salumi di ogni tipo, carne, pesce, salse … di tutto e di più … ma non ricordo se c’era la zucca … in ogni caso credo di aver già detto io, adesso, un sacco di zuccate … quindi, vista l’ora tarda, ti faccio i miei complimenti per il bel post, che mi ha suscitato come sempre tanta allegria, e vado a tuffarmi tra le braccia di Morfeo che ho già intravisto a spiarmi dietro la porta.
    Buona Notte, Giorgio, fai un sonno sereno, senza zucche, senza zappe, senza zuppe!
    Kisses! ❤ ❤ ❤

    Piace a 1 persona

    • Hai ragione, sono fissato con la zappa, sono convinto che l’utilizzo assiduo della zappa possa salvare il mondo. Anche Vandana Shiva la pensa con me! 😊 Sui metodi educativi sono d’accordo, la violenza e’ inaccettabile, ma la sculacciata terapeutica non deve essere demonizzata (lo schiaffo solo in casi estremi, io non ricordo di averne mai presi _ nemmeno da grande se e’ per quello_ ). Che non si tratta di creare dei robotini, ma l’educazione va insegnata, solo che se non ce l’hanno i genitori con fanno ad insegnarla? Poi pretendono che siano gli altri ad insegnarla, la scuola, la parrocchia, la “società”… tutte scuse per non prendersi le proprie responsabilità. La zucca non faceva parte delle mie abitudini alimentari, l’ho scoperta molto tardi e come si dice, “per cambiare”, mi piace. Non spesso che un po’ stufa però! 😊 l’apericena orribile neologismo ma apprezzabile diversivo! Ogni tanto lo facciamo con ex colleghi (con i nuovi non si riesce a legare molto, il modo di lavorare e stare insieme e’ molto cambiato, ne parleremo e’ un’altra di quelle cose che andava meglio nel secolo scorso) però a 8,50! A 6 euro converrebbe davvero andare sempre lì a far cena! A proposito ho un amico che porta la mamma al pub per non lasciarla a casa da sola… ah, ah, ma questo lo racconterò un’altra volta! Ciao Marianna spero sia riuscita a riposarti, buona giornata!

      Piace a 1 persona

  4. Nel centro commerciale dove per un periodo ha lavorato mia figlia, l’altro giorno un bambino, annoiato dal fatto che la mamma gli faceva passare la domenica pomeriggio tra abiti da donna, ha pensato bene di rompere il vetro e azionare l’allarme antincendio… E’ successo il putiferio! Gente che scappava dappertutto, chi parlava di sparatoria, chi di terroristi… ventimila persone prese dal panico si sono riversate fuori ed è stato evacuato tutto il centro commerciale… E poi ti dicono “…sono bambini!”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...