E’ lui o non è lui?

Questo è un esperimento, per vedere se almeno i social ogni tanto servono a qualcosa. La foto che allego dovrebbe essere stata scattata tra l’inizio del secolo ed il 1920 (dal 1910, più probabilmente). Mostra un ragazzo, diciamo avrà al massimo 14 anni? con una divisa che sembra da esploratore, da scout, ranger?

Alcuni mi hanno detto che potrebbe essere una divisa da esploratore in qualche colonia, qualcuno una divisa statunitense. Ha anche un fucile, sembrerebbe un qualche campo militare (di addestramento?) ma sono solo mie supposizioni.

So solo che dovrebbe essere mio nonno, ed a quell’età avrebbe già dovuto essere in Italia (dall’Argentina), ma le fonti storiche scarseggiano e l’alternativa sarebbe chiederlo a lui con un tavolino a tre gambe ma servirebbe una buona medium.

Qualcuno ha qualche indizio, o magari qualche foto simile che possa aiutare a capire che cosa stesse facendo il giovane Ernesto (sempre che fosse il giovane Ernesto)?

La foto (un ingrandimento d’epoca) ha delle scritte a matita sul retro, illeggibili, ci vorrebbero gli strumenti del Ris ma non è il caso di scomodarli per quesiti di famiglia.

IMG-20170818-WA0020

Thanks in advance!

p.s.
se anche dovessi scoprire che non è mio nonno pazienza. Ormai è stato adottato come nonno e come tale passerà nei cimeli di famiglia.

Annunci

37 pensieri su “E’ lui o non è lui?

    • Si sarebbe un bel racconto, prima o poi devo decidermi a scriverlo, finora ho solo buttato qui e la degli sprazzi, degli assaggi… il lieto fine finora penso sia la sua discendenza, tra figli nipoti e bisnipoti, ma lui non è vissuto abbastanza da godersela…

      Piace a 1 persona

  1. Pingback: E’ lui o non è lui? Potrebbe essere. | L'uomo che avrebbe voluto essere grave

  2. Ardua impresa, amico mio… Ma, alle volte, sono proprio quelle che riescono… Per parte mia posso solo dirti che mi pare una divisa coloniale, quella di tuo nonno. Del resto anche l’accampamento sembra malmesso, come di una spedizione in territorio poco ospitale…

    Piace a 1 persona

    • Qualcuno in effetti ha ipotizzato una divisa coloniale… ma non riesco a collocarla con l’età di mio nonno, mi sembra troppo giovane per essere in qualche colonia… in quel tempo avevamo la Libia e la Somalia, ma non credo ci mandassero i ragazzi… sto indagando con gli scout (potenza della rete! A qualcosa serve davvero) aspetto che mi diano lumi… ti faccio sapere!

      Piace a 1 persona

    • Considerando che mio padre è del ’28, mio nonno dovrebbe essere stato portato in Italia agli inizi del ‘900… ma di preciso nessuno lo sa. Bisognerebbe andare in curia per scoprire che prete lo portò qua, poi in orfanotrofio (che non esiste più, ma magari esistono ancora gli archivi), nella scuola professionale che frequentò (idem)… è un lavoro a tempo pieno! 🙂 comunque se scopro qualcosa lo pubblico, non dubitare!

      Mi piace

    • Anche un ex collega poi diventato colonnello ed ora beato lui in pensione propende per la versione militare… se fosse così e quello fosse davvero mio nonno la storia di famiglia verrebbe stravolta… vorrebbe dire che è arrivato qua non da piccolo ma da grandicello… ho richiesto un parere anche al cngei, gli scout laici… ho letto che a quei tempi facevano anche esercizi di tiro, e nella prima guerra mondiale furono usati (non per combattere). Poi sto cercando di capire effettivamente il periodo… ho contattato gli ex allievi di don Orione perché mio nonno ha frequentato l’Istituto degli Artigianelli di San Severino Marche, può darsi che in qualche registro ci sia… purtroppo però il terremoto ha lesionato gli edifici, però mi hanno detto che cercheranno di farmi sapere (quantomeno se ci sono documenti consultabili). Peccato che la foto proprio nella parte in basso dove c’è il fucile sia più rovinata, dal modello qualcuno esperto come lei avrebbe potuto circoscrivere le ipotesi… insomma è anche divertente andar dietro a queste labili tracce, sono curioso di vedere come va a finire! Tutta la storia di mio nonno è un mistero… così come non si sa com’è apparso, non si sa com’è scomparso… o meglio dove, perché sul fatto che sia stato ucciso dai partigiani sembrano non esserci dubbi. Anche quella potrebbe essere una bella ricerca, per quella dovrei rivolgermi a qualche associazione di reduci rsi, probabilmente… mi sono trovato un altro hobby per la pensione, mi sa! Buona giornata! Qui sta arrivando (dicono) ennesima ondata di caldo (Polifemo, chissà perché) se il clima continua così fra un po’ avremo anche noi i monsoni!

      Mi piace

      • Monsone.Quelle che. ..qui dominano con le cateratte. Il fucile della foto mi sembra un modello britannico (la baionetta sicuramente ) e le tende sono da accampamento “leggero ” tipico per unità da controllo territoriale che si spostano continuamente. Io non credo alla ipotesi boy scouts .Vada avanti è la classica ricerca delle radici, che fanno sorridere i giovani, che a loro volta,magari immemori faranno. Auguri per Polifemo. (Fosse vera la cretinate del incremento del PIL, Vi auguro 50 gradi alla ombra )!

        Piace a 1 persona

        • Ah, ah, il caldo fa brutti scherzi! Non capivo a cosa si riferisse, ora ho letto… quindi secondo la senatrice dovremo aver paura del freddo autunnale… stendiamo un velo pietoso! 🙂 Poverina, non sa che il bel tacer non fu mai scritto!

          Mi piace

  3. Pingback: E’ lui o non è lui? Direi di si… | L'uomo che avrebbe voluto essere grave

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...